Guarda in anteprima il video di “Lacrime d’oro” di Bobby Wanna

Il mondo narrato dalla canzone è quello della sofferenza per amore, la rassegnazione che accomuna tutti coloro che hanno avuto il cuore spezzato e si sono lasciati andare alle lacrime
Bobby Wanna - Lacrime d'oro - anteprima
Bobby Wanna (fonte: ufficio stampa)

“Davvero vedo di meno se mi piangi addosso / Ho ancora un goccio di lemon dentro il vino rosso / Ho ancora un’impressione buona che sarà un ricordo / Che dormirà dentro una goccia”. Il 20 maggio è uscito il nuovo singolo del poliedrico Bobby Wanna, disponibile su tutte le piattaforme digitali. Si intitola Lacrime d’oro (Collettivo HMCF / Peermusic Italy) ed è prodotto da Dario Pruneddu. Accompagna il brano un videoclip ufficiale che vi presentiamo qui in anteprima.


Lacrime d’oro è il connubio che ricollega Bobby Wanna al rap classico e spensierato, con sonorità R&B. Il ritornello invece è più pop e malinconico e lascia in bocca un sapore agrodolce. Il mondo narrato è quello della sofferenza per amore, la rassegnazione che accomuna tutti coloro che hanno avuto il cuore spezzato e hanno fatto fluire le lacrime.


Il percorso musicale di Bobby Wanna è in continua evoluzione. Le sue radici culturali sono nell’hip hop, che influenza tutta la sua produzione artistica, ma il viaggio che Bobby propone, anche con il nuovo singolo, non è classificabile in un solo genere.

Guarda in anteprima il video di Lacrime d’oro di Bobby Wanna

Bobby Wanna – Bio

Francesco Del Conte, in arte Bobby Wanna, nasce a Bologna nel 1997. Fin dai primi anni delle superiori si innamora dell’hip hop. Fonda e cresce con diverse crew giovanili, sviluppando materiale indipendente con diversi pseudonimi: Kush, Kusharelli, Relli, Relli Wanna Mic, finendo per adottare il nome Bobby Wanna.

Il cambiamento coincide con l’inizio di un nuovo percorso artistico tra Bologna e Milano, assieme al suo produttore Dario Pruneddu, con la maglia collettivo HMCF. I primi singoli escono nel 2020 (Voodoo, Cose da Pazzi, Porto Venere). Bobby Wanna si chiude poi in studio per un anno senza far uscire nessun brano, per lavorare a nuove idee.


Articolo Precedente
Francesco De Leo

Francesco De Leo ci ripensa, dopo le accuse a Calcutta: «Non era mia intenzione creare un caso mediatico»

Articolo Successivo
Sam Ryder

Sam Ryder: dopo Eurovision il grande concerto di sabato in onore della regina Elisabetta. L'intervista

Articoli correlati

Total
10
Share