Guarda in anteprima il video di “Alaska” di Costì

Singolo d’esordio solista per il fiorentino Cosimo Ravenni, già bassista e voce degli Street Clerks. Il brano anticipa il suo primo album in veste di cantautore, di prossima uscita
Costì - Alaska - anteprima
Costì (fonte: ufficio stampa)

Alaska è il singolo di esordio del progetto solista di Cosimo Ravenni in arte Costì, uscito il 26 agosto per Maionese Project / Matilde Dischi. Il brano, disponibile su tutte le piattaforme digitali, anticipa il suo primo album di prossima uscita. Lo accompagna un videoclip ufficiale che vi presentiamo qui in anteprima.


Costì, già bassista e voce degli Street Clerks, si cimenta ora in veste di cantautore e produttore. Alaska è una ballata dal sapore anni ‘70/80 che racconta di una relazione profonda, ma che non ha il coraggio di impegnarsi.


Nel video del brano l’artista interpreta il mental coach di Tony Montana, che appare in una veste decisamente meno sfacciata e sicura di sé rispetto all’immaginario di Scarface. L’allenatore è impegnato nell’aiutarlo a diventare più rilassato e cambiare il suo stile di vita: riuscirà davvero a trasformarlo e tra i due nascerà un legame, rinforzato da un sogno comune, l’Alaska. Il video è stato girato a Montpellier dal regista Ruby Cicero, e riprende nei look e nei colori il mood retrò del singolo.

Guarda in anteprima il video di Alaska di Costì

Costì – Bio

Costì è il nome d’arte di Cosimo Ravenni, musicista fiorentino. Ha cominciato il suo percorso artistico in veste di bassista/contrabbassista, facendo numerose esperienze e diplomandosi in contrabbasso classico al Conservatorio Cherubini di Firenze. Ha suonato in svariati generi e formazioni, dalla classica al pop e ha accumulato molte esperienze soprattutto con gli Street Clerks, band di cui è co-fondatore e con cui ha un’intensa attività live e televisiva a fianco di Alessandro Cattelan.

Ha sentito poi il bisogno di approfondire e concretizzare la sua personale ricerca musicale, esprimendosi da solista in qualità di musicista, cantautore, produttore. I suoi punti di riferimento cantautoriali sono legati a personaggi come Ivan Graziani, Gianni Togni, Loredana Bertè, Sergio Caputo, Giorgio Gaber, Nino Buonocore.

Strumentalmente la sua musica attinge dagli anni ’70 e ’80. Tra i suoi artisti preferiti di quel periodo: Prince, Phil Collins, Christopher Cross, gli Yes. Ma anche i contemporanei Thundercat, Jacob Collier, The 1975, Parcels, Nu Genea.


Articolo Precedente
Meg, foto di Mattia Guolo

Meg: il nuovo album è "Vesuvia"

Articolo Successivo

Guè torna sulla traccia con DJ TY1 per RedBull Droppa

Articoli correlati

Total
20
Share