Achille Lauro: nel video di “16 marzo” c’è Benedetta Porcaroli

Un tuffo nella cultura pop degli anni Novanta. Tutta la nostalgia del nuovo singolo di Achille Lauro è raccontata in una clip piena di riferimenti
Benedetta Porcaroli è la protagonista del videoclip di 16 marzo di Achille Lauro
Benedetta Porcaroli nel video di 16 marzo di Achille Lauro. Screenshot YouTube

Achille Lauro ha pubblicato il videoclip del suo nuovo singolo 16 Marzo feat Gow Tribe.

Come abbiamo già avuto modo di notare, lanciando questo brano l’artista continua nel suo percorso artistico fatto di provocazioni ma pure di momenti delicati e intimi. 16 marzo, infatti, presenta un linguaggio libero, una storia semplice ma sofferente, travagliata.

Nella canzone si possono sentire molti riferimenti musicali, dal cantautorato italiano di qualche decennio fa fino a Vasco degli anni Novanta.

Il videoclip, diretto da Antonio Usbergo e Niccolò Celaia per YouNuts!, vede la presenza dell’attrice Benedetta Porcaroli, una tra le giovani attrici più apprezzate del momento, nel cast della serie tv Netflix, Baby. Già protagonista del video dei TheGiornalisti di Maradona y Pelè.

Tutto il concept della clip è stato sviluppato dallo stesso artista insieme al suo team creativo formato dal suo manager Angelo Calculli e dal co-direttore creativo Nicolò Cerioni. Il video ci aiuta a entrare ancora di più nel mood nostalgico del brano, con punte decadenti e ben radicate nella tradizione anni Novanta.

Tra baci appassionati, giacche di jeans e un’iconografia ben definita, le riprese rimandano ai video che proiettiamo quando ci troviamo a ripercorrere i ricordi di famiglia. Un ritorno al passato che fa male, ma che forse è giusto non dimenticare.

Guarda qui il videoclip di 16 marzo di Achille Lauro feat Gow Tribe

Articolo Precedente
Laura Pausini live. Ha ricevuto un premio al Mérito Cultural dall'Assemblea Parlamentare dell'Ecuador

Laura Pausini e l'appello al Governo per chi lavora nello spettacolo

Articolo Successivo
Il mondo dello spettacolo si interroga sul futuro degli eventi live

Live Is All You Need: il confronto tra i leader sul futuro dello spettacolo

Articoli correlati
Total
13
Share