Ha un sapore agrodolce il nuovo singolo dei bolognesi Altre di B, Tapis Roulant. Chitarre potenti, ritmo up-tempo e un cantato decisamente melodico accompagnano un testo che parla dell’illusione dell’ottimismo, paragonato a un tapis roulant su cui si corre ma si resta fermi: All in all optimism is a sweeping change / Like running on a treadmill and think it could unroll to you / Wouldn’t it be nice? / And I know you try so hard but you stay still.

Tapis Roulant è il quarto singolo estratto dall’album Miranda!, uscito a ottobre. L’album, il terzo lavoro in studio della band, omaggia nel titolo l’omonima opera del 1858 dell’esule Quirico Filopanti, pseudonimo del professore bolognese Giuseppe Barilli. Nel libro, in poche righe Filopanti inventa i fusi orari, o “giorni longitudinali”, 21 anni prima dell’idea attribuita al canadese Sandford Fleming.

Il disco, spiegano i ragazzi, è «un concept imperniato sulla geografia, sia nella sua accezione antropica, sia cartografica, nel quale le nostre esperienze personali, anni di viaggi, di tour, la letteratura e l’arte fotografica sono stati materia vitale per lo sviluppo creativo dell’opera. E nel quale i fusi orari, patrimonio di tutti, diventano la decifrazione di quel brutto pseudonimo latineggiante scelto da Giuseppe Barilli. Filopanti. Colui che ama tutti».

Guarda il videoclip di Tapis Roulant