Guarda in anteprima il video di “Mad” di Arya

La cantante italo-venezuelana ha già lavorato come corista per artisti come Ghemon e Venerus. Adesso è pronta per il suo esordio solista, dalle tinte rap e R&B
Arya - MAD

La cantante e songwriter italo-venezuelana Arya ha già avuto modo di distinguersi sui palchi italiani come corista negli ultimi tour di Ghemon e Venerus. Ma adesso si prepara al suo esordio discografico con un EP in uscita a fine novembre 2020 per la label Atelier 71. Anticipa il progetto il singolo Mad, uscito il 16 ottobre con una raffinata produzione fra urban pop, rap e R&B firmata da Paziest e Bongi. Lo accompagna un videoclip che vi presentiamo oggi in anteprima.

«Ho cominciato a scrivere MAD a fine gennaio», spiega Arya a proposito del brano. «Avevo nelle cuffie in loop un pezzo di Kiana Ledé uscito da poco, Mad at Me, che tra l’altro riprende il riff di So Fresh and So Clean degli OutKast, quindi non poteva non farmi muovere la testa! E quel mood mi gasava tantissimo. Ho chiesto a Paziest e Bongi di produrmi una base più cazzuta del solito perché era così che mi sentivo. Anzi, cazzuta non è il termine giusto, ero proprio incazzata con il mondo del music business. Le vibe del pezzo richiamano un hip hop da club, le strofe sono bouncy mentre il ritornello si apre su melodie più R&B. Sono sfaccettature che non avevo ancora mostrato in nessun pezzo ma che erano dentro di me da tempo».

E riguardo al suo amore per la musica, Arya racconta: «Ho sempre saputo di voler fare musica. Il mio corpo, come succede quasi sempre, ha anticipato la mia mente. Uno dei primi ricordi musicali che ho è quello di mio padre che, in uno dei nostri innumerevoli viaggi in macchina, mi insegna a sentire la “clave”, la base della musica salsa. Non a contare, ma a sentire. In quel momento qualcosa è scattato in me».

Guarda in anteprima il video di Mad di Arya

Articolo Precedente

Enrique Iglesias è stato nominato top latin artist di tutti i tempi

Articolo Successivo

Torna Linecheck Music Meeting and Festival: per ridare futuro alla musica

Articoli correlati
Total
48
Share