Guarda in anteprima il video di “Hurrah” di Mimosa

Il nuovo album di Mimosa, “Hurrah”, contiene dieci pezzi in cui il pianoforte incontra l’elettronica. Oggi in anteprima per Billboard il videoclip della title track
Mimosa - Hurrah - 1
Mimosa – Hurrah – 1

È uscito Hurrah, il nuovo album di Mimosa Campironi (in arte semplicemente Mimosa). Contiene dieci pezzi (fra cui un featuring con Davide Toffolo dei Tre Allegri Ragazzi Morti su Angeli) in cui il pianoforte incontra l’elettronica. Composte al pianoforte da Mimosa, le musiche sono arricchite dalle ritmiche di Andrè Ferrari della band jazz/fusion newyorkese Snarky Puppy. Oggi è in anteprima per Billboard il videoclip della title track.

Mimosa - Hurrah - 2

Hurrah è la canzone che dà il titolo al disco – spiega Mimosa a proposito del singolo – Il brano nasce dal parallelismo ironico tra le previsioni del tempo del telegiornale e le previsioni di un’epoca prossima. Le perturbazioni meteorologiche prendono la valenza di sconvolgimenti economici da cui è molto meglio prendere le distanze con una risata leggera. ‘Hurrah, Hurrah’ e poi ‘Que será, será’, come diceva una canzone famosissima”.

La regia del video di Hurrah è di Francesca Staasch (regista e sceneggiatrice del film Happy Days Motel). Nel video si gioca con le sproporzioni e le contraddizioni, con l’illusione di andare avanti quando invece si cammina su un tapis roulant all’interno di una surrealtà mediterranea che a tratti può sembrare il paese delle meraviglie.

Guarda in anteprima il video di Hurrah di Mimosa



I prossimi live di Mimosa

9 novembre – Roma, Discoteca Laziale
22 novembre – Milano, Circolo Ohibò
23 novembre – Genova, Love What You Love @ Giardini Luzzati
30 novembre – Roma, Monk

Per maggiori informazioni sui concerti di Mimosa clicca qui.

Mimosa – Bio

Milanese di origine, Mimosa abita e lavora a Roma, divisa fra musica, cinema e teatro. Con il suo primo disco La Terza Guerra (2015), prodotto attraverso la piattaforma di crowdfunding Musicraiser, è stata artista del mese di MTV New Generation con il primo singolo, e il secondo, Fame d’Aria, le è valso il Premio della Critica a Musicultura 2016 e il Premio Siae Miglior Musica.

Nel 2016 riceve in Campidoglio l’Oscar dei Giovani per l’impegno che persegue con le sue attività di attrice e musicista. Per il cinema in questi anni ha recitato in Sfiorarsi di Angelo Orlando, Nessuna qualità agli eroi di Paolo Franchi, L’imbroglio nel lenzuolo di Alfonso Arau, Amanda Knox Story di Robert Dornhelm, Pecore in Erba di Alberto Caviglia.

Ha interpretato Giulietta al Globe Theatre di Roma nel Romeo e Giulietta di Gigi Proietti per il quale scrive il brano dello spettacolo, fino a indossare i panni di “Elisa, spirito di una ragazza in coma” nel musical LoFi Cinque Allegri Ragazzi Morti di Eleonora Pippo, tratto dal fumetto di Davide Toffolo. Per il festival di Spoleto ha curato musica e sonorizzazione della mostra “I due mondi di Piero Tosi”, premio Oscar alla carriera per i costumi. Infine nel 2016 progetta e scrive le musiche per lo spettacolo a realtà aumentata Evolution di Fausto Cabra ed è una delle protagoniste del musical Musica Ribelle di Eugenio Finardi mentre lavora e compone Hurrah.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo Precedente
Il nuovo singolo di Emma è Mondiale

Il nuovo singolo di Emma è "Mondiale"!

Articolo Successivo
Luchè ha annunciato le date del suo Potere Live Tour

Luchè lancia le date del suo "Potere Live Tour": eccole

Articoli correlati
Angelica - I Giocatori - 1
Leggi di più

Nell’artigianato pop di “Quando Finisce la Festa”: intervista ad Angelica

Angelica Schiatti (meglio conosciuta col solo nome di battesimo) ha già alle spalle una solida esperienza musicale, sia come performer che come autrice. A marzo è uscito il suo album d’esordio solista, “Quando Finisce la Festa”, a cui ha collaborato un super team di musicisti. L’abbiamo intervistata in occasione dello shooting che le abbiamo dedicato sul numero di settembre
Leggi di più

Da dove viene l’itpop? I fratelli maggiori dell’indie italiano

I Thegiornalisti in tutte le radio, Levante giudice a X Factor e Lo Stato Sociale che sbanca il Forum di Assago: il 2017 è stato l’anno d’oro dell’indie italiano. Facciamo il punto sulla precedente ondata di indie italiano, quella che tra il 2007 e il 2010 ha prodotto, tra gli altri, Brunori Sas, Dente, Le Luci della Centrale Elettrica
Total
26
Share