Una Parola, una Promessa è il nuovo singolo della crew Armata del Tronto insieme a DJ Shocca. Il brano è estratto dal loro album d’esordio eponimo uscito lo scorso 19 ottobre su digitale per l’etichetta CostaKlan. Lo accompagna un videoclip che vi presentiamo oggi in anteprima.

Armata del Tronto - Una Parola, una Promessa - foto di Larry - 2

Armata del Tronto (foto di Larry)

Una Parola, una Promessa è la quinta traccia dell’album che vede la collaborazione con DJ Shocca sia nella cura del beat che degli scratch. Il pezzo si concentra sul rapporto che ognuno di noi ha con il mantenimento della parola o promessa, data e ricevuta. La regia del video è stata affidata al videomaker Larry.

“Nessuno ci ha dato l’idea di un disco con quattro rapper su ogni traccia, l’abbiamo deciso noi in quella fredda piazzetta del centro di Ascoli Piceno – dicono i ragazzi a proposito del loro progetto – Nonostante le difficoltà abbiamo continuato a comporre l’album con la stessa voglia di riscatto e di voler comunicare che anche chi non viene dalle grandi città sa fare della musica di qualità e competitiva. È un progetto Vero (la maiuscola non è un caso), con pochi fronzoli e molto di noi stessi”.

Guarda in anteprima il video di Una Parola, una Promessa dell’Armata del Tronto feat. DJ Shocca



Ascolta Armata del Tronto in streaming

Armata del Tronto – Bio

L’Armata del Tronto (ADT) è un gruppo rap originario di Ascoli Piceno nato nel 2013 dall’unione di rapper allora attivi nella città. Si ridefinisce come crew, nell’attuale formazione con quattro MCs (Anter, Ase, Siero, Sputo) e un DJ/beatmaker (TalcBeats) a partire dal 2015.

Il loro album d’esordio Armata del Tronto è il risultato di una contaminazione di stili, influenze e background riuniti sotto il comune denominatore della passione per l’hip hop e dell’appartenenza alla zona del Tronto. La produzione del disco, affidata a TalcBeats (ad eccezione di Una Parola, una Promessa prodotta da DJ Shocca, che si è occupato anche del master audio) viene impreziosita dagli scratch di DJ T-Robb nell’intro. L’album è stato registrato presso la Fenice Records di Ascoli Piceno mentre il mixaggio è stato curato da Sick Budd e Ase al Bullz Studio di Milano.