Nicola Siciliano ci ha raccontato “Napoli 51”, pezzo per pezzo

È uscito Napoli 51, il nuovo album di Nicola Siciliano (che segue il precedente Primo Contatto) raccontato a Billboard Italia track by track
Nicola Siciliano, fonte: Ufficio Stampa

Tempo fa vi avevamo presentato Nicola Siciliano, enfant prodige della scena campana, e il suo progetto Napoli 51: Primo Contatto. Come ci aveva anticipato lui stesso, nonostante l’uscita importante e significativa in corso, aveva già il prossimo colpo in canna.

Quel colpo è stato sparato, e il nuovo album Napoli 51 ha fatto un bel buco al release day di questa settimana, anche grazie a 5 collaborazioni mirate.

Per l’occasione, abbiamo chiesto a Nicola Siciliano di spiegarci il disco brano per brano, per non perderne neanche una sfumatura del secondo capitolo della saga del rapper.

Aurora Boreale Feat. Vegas Jones

In questa traccia parlo di amore, del punto di incontro tra due persone. Con Vegas ci siamo scambiati le idee, ci siamo trovati davvero bene in studio. Abbiamo voluto rappresentare la felicità tra due persone, rendendo ancora tutto più magico grazie ad una strumentale dalle sonorità molto Chill e contaminazioni Tropical.

Collane Feat Nitro.

Collane è una delle canzoni con più contenuti e strofe: parlo della scena, delle mie giornate e del mio essere. Nitro è uno dei rapper che apprezzo di più e lo trovavo perfetto per questo pezzo grazie al suo virtuosismo tecnico.

Resta Cu Me Feat. Ketama126

Questa è una delle mie canzoni preferite del disco. Resta Cu Me racconta sempre del mio rapporto con l’amore, usando delle melodie soul che si avvicinano anche molto all’indie. Ho scelto Ketama perché rappresentava benissimo lo stile che avevo in mente per il pezzo.

Sona Feat. Clementino

Sona nasce durante il lockdown, ho voluto appositamente che suonasse molto reggaeton per esorcizzare il brutto periodo che stavamo vivendo. Il pezzo è incentrato sull’andamento dell’ultimo anno, con le news quotidiane che lo hanno caratterizzato. Clementino, con il suo stile, è riuscito a completare perfettamente l’idea che avevo in testa.

Collera Feat. Rocco Hunt

In Collera rappo di un amore non andato a buon fine, che mi ha lasciato molto deluso. A questo brano tengo molto, ho voluto Rocco perché è un artista che ascolto da anni ed è capace di tramettere molto.

Zen

In Zen ho voluto dare sfogo al mio lato più sperimentale. Ho voluto unire vari generi in una sorta di mash up, volevo fare qualcosa di diverso (alla traccia hanno collaborato alcuni importanti strumentisti della scena jazz milanese).

Ora D’Aria

Durante il lockdown mi sentivo rinchiuso e percepivo il bisogno di libertà, è cosi che nasce Ora D’Aria.

Rimm Che Succies

Il brano è un tributo alla fratellanza di due amici, che sono legati da un rapporto molto forte, al confine con la fratellanza.

Stasera

Stasera mi rappresenta molto dal punto di vista musicale. L’ho scritta in un periodo no. Al centro della traccia una storia storia d’amore fra un ragazzo e una ragazza e di tutte le cose che possono succedere in una coppia.

Auschwitz

Auschwitz è un pezzo davvero molto sentito, ho scelto un titolo forte, che colpisse. In questo brano racconto di noi ragazzi di quartieri, e paragono i nostri ostacoli al filo spinato. Volevo rappresentare la voglia di scappare dalle situazioni difficili.

Riman

Questo è uno dei brani più personali che ci sono in Napoli 51. Parlo di me e delle mie esperienze musicali, e di quando ti accorgi che stai crescendo. Riman  vuole dimostrare che da ragazzo sto diventando un uomo.

Ragazzi Fuori

È l’ultima traccia che ho scritto per Napoli 51, e la dedico a molti miei amici che non ce l’hanno fatta. In questo brano emerge l’amore incondizionato tra i fratelli del quartiere insieme alle speranze che spesso mi affidano, dandomi la forza.

Ascolta Napoli51 di Nicola Siciliano

Articolo Precedente

Sónar+D CCCB 2020 è ora disponibile on demand

Articolo Successivo

Addio Gigi Proietti: cantante, attore, doppiatore, mattatore

Articoli correlati
Total
20
Share