Mosè Cov: guarda in anteprima il video di “Mani Legate” live in studio

«Con le mani legate non puoi combinare nulla di male ma neanche qualcosa di buono»: in anteprima, il video della versione live in studio di “Mani Legate” di Mosè Cov
Mosè Cov - Mani Legate - 22
Mosè Cov – Mani Legate – 22

Il 18 dicembre è uscito il suo nuovo singolo Mani Legate (Warner Music). Per il rapper milanese Mosè COV «Con le mani legate non puoi combinare nulla di male ma neanche qualcosa di buono». Vi presentiamo oggi in anteprima il video della versione live in studio del singolo, che nel suo arrangiamento minimale con basso e tastiera rivela anche una calda sonorità soul.

Mosè Cov - Mani Legate - 11

«Quando ti rendi conto dell’inutilità dei tuoi sforzi – spiega Mosè COV – finisce che ti adatti alla nuova situazione, a poco a poco impari a vivere con le mani legate, a levarti le scarpe, ad arrotolarti una sigaretta, e cominci a dimenticarti di quando le tue mani erano libere».

AudioXL ha registrato e prodotto questa versione semi-acustica del brano. Il video è stato girato da Mattia Ramberti sulle note di Niccolò Barozzi alla tastiera e Federico Morra al basso.

Mosè COV, nome d’arte di Mussie Tesfay, è un rapper e beatmaker della periferia nord di Milano e di origini eritree. Cresciuto nelle case popolari del quartiere Maciachini, si forma nella sua crew di origine, COV, vivendo l’hip hop a contatto anche con artisti di generazioni precedenti. La vita del quartiere dove è cresciuto è un tema ricorrente nei suoi testi: ai suoi palazzi e alla gente che li abita deve molto per la sua formazione, anche se con l’arte – dice – cerca un’evasione.

Guarda in anteprima il video di Mani Legate di Mosè COV live in studio



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo Precedente
Il nuovo singolo di Biondo è Tokio Hotel

Biondo: guarda qui il nuovo video di "Tokio Hotel"

Articolo Successivo
La categoria Album of the Year dei Grammy 2019 contiene progetti non pubblicati su CD

Nella categoria "Album of the Year" dei Grammy 2019 anche progetti non pubblicati su CD

Articoli correlati
Total
12
Share