Night Skinny lancia “Mattoni”: «Ho ricominciato a produrre grazie a Rkomi»

Night Skinny torna con sedici tracce che immortalano la scena rap italiana, tra nomi storici, collaborazioni già consolidate e nuove promesse
Night Skinny e il suo nuovo disco Mattoni
Leonardo Scotti

Coinvolgere ventisei artisti nella realizzazione di un disco è un’impresa ardua, verrebbe da dire quasi impossibile. Ci è però riuscito Night Skinny, con il suo nuovo album Mattoni, pubblicato oggi, venerdì 13 settembre, per Island Records. L’album, che arriva a quasi due anni da Pezzi, immortala la scena rap odierna in tutte le sue sfaccettature. Il disco, composto da sedici tracce, «è una mattonata», come lo ha definito lui stesso.

Mattoni è nato a New York, città emblematica per la musica rap, dove l’artista si trovava, nel settembre 2018, con Noyz Narcos e Luché. «Tutti credevano che stessi facendo un concept album con Noyz», racconta Skinny. «In realtà mi trovavo lì con lui e Luché. Abbiamo affittato uno studio di registrazione ed è lì che è nata Attraverso Me, traccia che, a mio giudizio, è il cuore del disco».

Come già detto, il progetto ha coinvolto ventisei artisti, selezionati secondo il gusto personale di Skinny. Tutti hanno supportato l’album che – ci tiene a sottolineare Skinny – «non è una compilation, ma un disco solido, dalla prima all’ultima traccia». Tutte le collaborazioni presenti in Mattoni sono nate in maniera naturale: «Ho capito che le canzoni le fai con le persone con le quali condividi qualcosa. Stay Away secondo me è una tra quelle riuscite meglio. Franco126 è entrato in corsa nel progetto e si è registrato la strofa a casa. Tra lui, Ketama126 e Side Baby c’è stata una sintonia pazzesca». Sicuramente, tra gli artisti che hanno maggiormente partecipato alla riuscita di Mattoni c’è Rkomi, presente in diverse tracce dell’album. «Mirko è una penna benedetta da Dio. È davvero capace di stupire. Io ho ricominciato a produrre grazie a lui».

Nel disco sono presenti anche due donne: Chadia Rodriguez e Madame. Una, come l’ha definita Skinny, «più zarra, stile Nicki Minaj», mentre l’altra «più conscious, “alla Lauren Hill”». La collaborazione con Chadia è sicuramente tra le più discusse dell’album, che Skinny ci tiene a difendere: «È un esperimento. Chadia ha fatto una cosa che solitamente non fa, ovvero rappare su 94 bpm, in stile Nicki Minaj. È un freestyle che ho pensato come pezzo da suonare anche nei club». Mentre, parlando di Madame, l’artista racconta di vederla molto vicina alla scrittura di Rkomi degli inizi. «Il suo è un approccio nuovo. Lei fa mumble rap melodico e poi scrive sopra la base. Ha sicuramente dalla sua il canto».



Non si può parlare delle produzioni di Night Skinny però senza parlare di sample. Selezionati e manipolati con grande esperienza, frutto di anni di ricerca, passioni e ascolti che gli permettono di trovare gemme rare, al quale dare nuove dimensioni. «Ho riportato i sample in major. Sono alla base del mio nuovo disco».

L’artwork di Mattoni, realizzato da Giorgio Di Salvo, prosegue la linea dell’estetica legata a Pezzi. «Il disco fisico e il vinile sono parte integrante del progetto, frutto di un anno di lavoro intenso e di una cura maniacale», assicura. Tutta la veste visual e grafica del progetto, dalla cover digitale al packaging del formato fisico, allude al «mattone napoletano», la truffa per la quale all’interno della confezione identica all’originale l’acquirente trova pietre e mattoni.

Interessante anche la title track, con ben dieci collaborazioni, tra le quali Speranza, Achille Lauro e Lazza: «Mattoni è un traccia difficile, ha attraversato di tutto, ma ha tanto potenziale. È l’unica traccia con una produzione addizionale, realizzata da Stabber».

Night Skinny incontrerà i fan per quattro appuntamenti in collaborazione con IUTER, a Milano, Roma, Napoli e Termoli. Quando si parla di live, però, dice di non averne in progetto: «Al momento non voglio fare live. Vorrei portare in giro il disco con dei DJ set, poi qualcosa accadrà. Vorrei rilassarmi per un po’, in realtà».

Ascolta qui Mattoni di Night Skinny



Articolo Precedente
Concerto del Cuore: scopri tutti gli ospiti dell'evento benefico di GSD Foundation

"Concerto del Cuore": tutti gli ospiti dell'evento benefico di GSD Foundation

Articolo Successivo
Un particolare della cover di Back to Black di Amy Winehouse

Amy Winehouse avrebbe 36 anni: 5 cover per ricordarla

Articoli correlati
Total
6
Share