Luchè annuncia il nuovo album e spiega il ritardo dovuto all’industria discografica

Il rapper ha annunciato sui suoi social l’uscita di “Dove volano le aquile” prevista per il 1 aprile e si è aperto non poco sui suoi social. Si tratta del suo quinto progetto in studio
Luchè: tutte le date del suo Potere Summer Tour

No, non è un pesce d’aprile anticipato: il nuovo album di Luchè uscirà il prossimo 1 aprile 2022. È quanto l’artista ha appena annunciato via Instagram con un post in cui non ci dice altro, se non la fatidica data di pubblicazione del successore di Malammore (2016) e di Potere (2019).


Questo basta a far salire l’hype per un nuovo lavoro dal titolo Dove volano le aquile, firmato da uno dei pilastri del rap italiano. Che, di recente, aveva destato un po’ di chiacchiericcio online fra fan e follower per alcune delle sue ultime dichiarazioni.


«Per tutte le persone che mi chiedono del disco e che stanno aspettando ormai da 3 anni, posso finalmente svelare che oltre alla mia ossessione da perfezionista, oltre il covid, ci sono anche dei motivi legati a come funziona quest’industria che hanno fatto sì che il mio disco subisca dei ritardi», aveva scritto in precedenza Luchè sui suoi social.

«Ho sempre tenuto tutto questo per me», ha proseguito il rapper. «In primis perché sono una persona pulita e poi perché raramente metto in piazza i miei problemi. Ma dopo essere stato chiamato traditore pubblicamente, dopo essere stato trattato come uno dei tanti nonostante avessi messo a disposizione tutto quello che ho costruito negli anni, in completa onestà e a puro scopo di crescita collettiva, posso finalmente parlare».

L’attacco è diretto all’industria discografica che, a detta del rapper, non ha saputo rispecchiare tutte le volontà dell’artista. «La musica è libera», ha detto in chiusura Luchè. «Gli artisti sono liberi di collaborare con chi vogliono al di là dei contratti che hanno. Troppi giochi di potere, featuring annullati solo per fare sfregi alla concorrenza, favoritismi e tanta tanta incompetenza», afferma ancora duramente. «Sono molto deluso dagli “uomini” dietro le scrivanie, ma come sempre la mia determinazione e grinta nascono da battaglie a cui sono abituato da sempre. Sono tornato oggi, ci vediamo davvero presto».

Di seguito, il post che annuncia Dove volano le aquile, il nuovo album di Luchè:


Articolo Precedente
Muse

I Muse sono pronti a tornare: fuori il 13 gennaio "Won't Stand Down"

Articolo Successivo
alt-J nuove uscite

Da Samuel agli alt-J, le uscite più importanti di oggi

Articoli correlati
Total
3
Share