Kanye West, 7 momenti importanti dal (secondo) listening party di “Donda”

Ieri sera si è tenuto il secondo listening party dedicato a “Donda”, il nuovo album del rapper. Stavolta, quello al Mercedes Benz Stadium è stato uno show pieno di sorprese
Kanye West al listening party di "Donda" al Mercedes Benz Stadium di Atlanta. Foto: Kevin Mazur/Getty Images per Universal Music Group
Kanye West al listening party di “Donda” al Mercedes Benz Stadium di Atlanta. Foto: Kevin Mazur/Getty Images per Universal Music Group

Lo scorso 24 luglio tutti si aspettavano che Kanye West pubblicasse il suo decimo album in studio, Donda, dopo il primo listening party al Mercedes Benz Stadium di Atlanta. Purtroppo, in molti sono rimasti delusi, chiedendosi quanto avrebbero ancora dovuto aspettare perché il nuovo progetto del rapper vedesse la luce. In seguito, Kanye West si è temporaneamente stabilito nello stesso stadio, per perfezionare e riorganizzare l’album in attesa di una nuova presentazione ufficiale.

Il secondo listening party di ieri, infatti, avrebbe dovuto presentare la bozza definitiva del progetto ai fan, accolti ieri sera nella stessa arena. Quello che è successo in seguito, però, ha di certo del bizzarro: Kanye ha infatti lanciato un Countdown to Donda, in streaming, in sordina, dando modo ai fan di dare un’occhiata al dietro le quinte dell’album e agli ultimi ritocchi.

Per l’intera giornata di ieri, infatti, Kanye ha mostrato piccole sale di registrazione, dove personaggi come The Lox, Fivio Foreign, Steve Lacey, Vic Mensa e altri sono apparsi durante lo streaming.

In alcuni punti, Ye è stato visto sonnecchiare; in altri, ha intrattenuto il pubblico facendo flessioni vestito di un giubbotto antiproiettile, con intorno persone che lo incoraggiavano. Ci sono stati anche momenti in cui Kanye è rimasto da solo nella sua minuscola stanza di mattoni, a fissare la telecamera. Tutto molto strano e astratto, ma è stato il perfetto preludio per lo spettacolo che il signor West si stava preparando a offrire.

Kanye West, un secondo evento per Donda

Anche se doveva essere solo una nuova sessione di ascolto dell’album, il secondo evento di Donda è stata una fusione tra teatro dal vivo e un elettrizzante concerto hip-hop. Uno spesso velo di fumo ha avvolto l’arena mentre migliaia di spettatori aspettavano che apparisse Kanye. Mentre l’artista si è fatto attendere (di nuovo) per un’ora e mezza prima di emergere dall’ombra, il lettino su cui probabilmente ha dormito mentre finiva l’album era l’unica cosa che brillava al centro dell’Arena. Questo letto è stato il punto focale dello spettacolo, con Kanye rimasto entro i suoi confini per l’intero evento.

In netto contrasto con il primo listening party, Kanye West è stato raggiunto da un flash mob di persone tutte vestite di nero che lo hanno circondato, tra momenti di rabbia e preghiera durante tutta la performance. Sono stati anche aggiunti effetti di luce e grafici che non sono stati utilizzati nella prima sessione, a dimostrazione di quanto tempo e impegno Kanye ha dedicato a questo spettacolo nelle ultime due settimane. Tutto questo è culminato nel momento più importante dell’evento, in cui Kanye è stato sollevato nei cieli sullo sfondo della sua canzone No Child Left Behind.

Con la sua abilità artistica in piena mostra, Billboard ha compilato un elenco dei sette migliori momenti della seconda parte di Kanye West Presents A Donda Listening Event.

I 7 migliori momenti del (secondo) listening party di Donda

L’energia nella Mercedes Benz Arena

Nessun altro artista al mondo può riempire un’intera arena di persone solo per ascoltare il nuovo album per la prima volta, figuriamoci farlo due volte. Un bel bar o club, forse, ma non un’arena. I fan di Kanye sono tra i più fedeli che il mondo della musica abbia da offrire, e si sono presentati solo per supportarlo. Anche dopo che Ye ha fatto aspettare la folla per più di un’ora il morale è rimasto alto, sostenuto intonando le canzoni di “Yeezy” per far passare il tempo. L’energia della folla ha reso l’arrivo di Kanye West molto più speciale e lui l’ha ringraziata regalandole nuova musica.

L’entusiasmo di Kanye durante le tracce

Durante il primo party di Donda, Kanye è rimasto prevalentemente tranquillo, a parte i momenti sporadici in cui correva sul palco spostandosi di canzone in canzone. La scorsa notte, invece, l’artista ha fatto di tutto, dalle flessioni nel mezzo delle canzoni all’avvolgersi in una spessa veste nera e correndo in giro come il fantasma dell’opera. Un momento divertente, segno che Kanye è ancora dietro quella maschera. Nonostante non abbia pronunciato una sola parola, Ye si è tenuto attivo per tutto lo spettacolo.

Ci sono stati momenti in cui sembrava stesse iniziando una discussione al telefono a metà canzone, altri in cui si dimenava e saltava con il palco in movimento, e momenti in cui si è riposato sotto una coperta mentre la folla continuava ad acclamarlo. Tutto ciò ha reso questo secondo ascolto più simile a un’opera teatrale che a un concerto.

Il buco nero di Kanye

A metà dello spettacolo, un folto gruppo di persone vestite di nero è emerso da entrambi i lati dell’arena e ha iniziato a girare intorno a Kanye e alla sua brandina. Pochi giorni prima dell’evento, sui social media, un casting ha reclutato “persone abili dai 18 anni in su per una performance di movimento di massa”. La performance ha finito per essere il flash mob creato da Kanye per la presentazione dell’album, con la folla continuava a orbitare intorno a lui come un vero buco nero creato dall’uomo.

Circondato da un’enorme massa nera, alcuni “spettri” selezionati sono rimasti fermi intorno alla parte più interna del cerchio di Kanye. Noto per il suo amore per la simmetria, come evidente in gran parte dei suoi lavori, i movimenti calcolati della folla hanno giocato sui temi di qualunque canzone stesse suonando, rimanendo al centro della scena per quasi l’intero spettacolo.

Kanye West al Mercedes Benz Stadium di Atlanta. Foto: Kevin Mazur/Getty Images per Universal Music Group
Kanye West al Mercedes Benz Stadium di Atlanta. Foto: Kevin Mazur/Getty Images per Universal Music Group

Brani rifiniti e nuovi straordinari featuring di Griselda, Jay Electronica, The Lox e molti altri

Una delle differenze più evidenti tra questa versione di Donda e quella che i fan hanno sentito due settimane fa è quanto suoni molto più nitido ora. Anche ascoltando il livestream, la bozza che Kanye ha suonato per la folla durante il primo listening party sembrava ancora in fase di rifinitura. Giravano persino voci secondo cui Kanye stava ancora dando gli ultimi ritocchi, registrando nuovi versi il giorno stesso dell’evento. Pur aggiungendo cose nuove quel giorno, l’album presentato ieri suonava molto meglio e sembrava più vicino a una bozza finale rispetto a prima.

Inoltre, i featuring di Jay Electronica, The Lox, Griselda e altri artisti aggiungono un tocco completamente nuovo all’album. Jay Electronica e Jadakiss sullo stesso brano suonavano alla grande, e il mondo finalmente ha potuto ascoltare l’ambita canzone firmata Griselda x Kanye di cui si parla da mesi. Naturalmente, Donda non è ancora uscito al momento della stesura di questo pezzo, ma Kanye West è un perfezionista e le grandi cose richiedono tempo.

Fivio Foreign e Playboi Carti insieme per una nuova canzone

In una delle nuove canzoni di Donda, probabilmente intitolata Off The Grid, Fivio Foreign e Playboi Carti si alleano offrendo una performance mozzafiato. Carti appare più volte su Donda, ma Fivio espande la sua tavolozza lirica e scivola sulla produzione di Kanye, dimostrando che il rapper di New York non ha solo stile, ma anche una vasta gamma di flow. Off The Grid ha visto alzarsi in piedi l’intero stadio ed è stata sicuramente una delle canzoni preferite dai fan durante la serata.

Le voci sono vere: The Weeknd e Lil Baby ci saranno, insieme

Prima dell’inizio del listening party, l’influencer Justin Laboy ha twittato: “Kanye ha davvero chiamato The Weeknd e Lil Baby nello stesso disco… DONDA ALBUM DELL’ANNO”. Ora sappiamo che ha detto la verità. The Weeknd ha sostituito Ty Dolla $ign in una canzone che dovrebbe chiamarsi Hurricane unendosi a Lil Baby, ora per la prima volta sulla stessa traccia. Hurricane era inizialmente intolata 80 Degrees, ma ha subìto delle modifiche significative e ora suona come una canzone completamente diversa, con la partecipazione di The Weeknd e Lil Baby.

I molti cieli di Donda

Kanye è sempre stato noto per avere un certo savoir faire con le scenografie, e il layout per questo secondo evento non ha di certo deluso. Ye ha scelto una scenografia minimal per il primo listening party, ma per il secondo è stato molto più creativo. Durante lo spettacolo, il bordo superiore dell’arena Mercedes Benz si è trasformato per rispecchiare l’energia e l’atmosfera di qualunque canzone stesse suonando.

Sono comparse infatti nuvole celesti sulle tracce più gospel, mentre fiamme durante le canzoni più accese. Questi cieli, durante la sessione di ascolto, hanno aggiunto un ulteriore livello di atmosfera allo spettacolo, culminando alla fine con l’ascesa di Kanye.

La (nuova) ascesa di Yeezus

Il momento più memorabile dell’intero evento di Donda è stato, senza dubbio, Kanye West sollevato per centinaia di metri in aria, mentre la canzone No Child Left Behind ruggiva nella sua arena. Dopo che la traccia precedente è terminata e il palco è diventato buio, molti tra il pubblico hanno pensato che lo spettacolo fosse finito, fino a quando le luci non si sono accese su Kanye, salendo verso il cielo come se fosse stato richiamato in paradiso.

È stato uno dei momenti musicali più sbalorditivi che ha lasciato il pubblico decisamente scioccato. Alla fine della canzone, le luci si sono abbassate e Kanye è tornato a fluttuare sulla terra. Un’acrobazia che ci si aspetta di vedere a un festival o alla tappa di un tour, ma non a un listening party di un album non ancora finito. Insomma, l’ascensione di Kanye ha coronato una notte in cui il rapper ha dimostrato, davvero, quanto grande sia la sua libertà.


Articolo Precedente
J-Ax. Fonte Instagram

J-Ax: fuori il singolo "Sansone" che anticipa il nuovo album "Surreale"

Articolo Successivo
Blind Giaime

Blind: «Ho capito che quando esci dal talent devi ricominciare tutto da capo»


Articoli correlati
Total
3
Share