Ha unito la tradizione musicale di suo padre (il cantautore romano Stefano Rosso) ai propri gusti personali legati al mondo del rap e della trap. Oggi Jesto pubblica per Believe Digital il suo concept album Buongiorno Italia, un disco che vuole far riflettere chi ascolta su numerose tematiche.

«Ho voluto fare una crasi tra due epoche: ho fuso l’eredità musicale di mio padre, cantautore romano degli anni Settanta, con quello che è il mio background di questi dieci anni di rap e trap. Ho messo tutto in un frullatore e ho creato un nuovo genere», ci ha raccontato. Jesto ha poi azzardato: «È qualcosa che non hai sentito prima e che non sentirai dopo».

Questa sua sicurezza rispetto al proprio progetto musicale deriva da un lavoro molto forte che lui stesso ha realizzato sul suo mondo: «Per l’occasione ho chiamato l’allievo di mio padre negli anni Ottanta per suonare le chitarre di questo mio disco. Ho come preso l’eredità di mio padre e ho chiuso il cerchio».

La video intervista di Billboard Italia a Jesto



Nello scrivere e produrre i brani della tracklist di Buongiorno Italia, Jesto ha riflettuto sulla totale attualità di certi brani appartenenti alla tradizione del cantautorato italiano: «Per fare questo album ho fatto molti ascolti (vedi De André o Rino Gaetano) e ho capito che le persone sono sempre le stesse. Se vai a sentire le canzoni di critica degli anni Settanta, capisci che non è cambiato nulla. Sembrano attuali. Sembrano scritte oggi», ha raccontato.

Il disco («che gioca sul dualismo “social” e “sociale”») è nei negozi da ieri, venerdì 11 maggio. Proprio da ieri il rapper romano è impegnato in una tournée instore in giro per l’Italia.

Le date dell’instore di Jesto

12 maggio Firenze– Galleria del disco ore 15.30

13 maggio Torino– Mondadori ore 15.30

14 maggio Roma– Discoteca Laziale ore 17.30

15 maggio Bologna– Mondadori ore 15.30

16 maggio Napoli– Mondadori P.zza Vanvitelli ore 15.30