Guarda il video di “AP”, l’ultimo singolo postumo di Pop Smoke

Pop Smoke come la Statua della libertà? L’amore di NY per il rapper scomparso è tale che nel clip di AP l’hanno messo al posto del monumento
Pop Smoke – "AP", Courtesy Photo
Pop Smoke – “AP”, Courtesy Photo

Il rapper statunitense Pop Smoke ci ha lasciati troppo presto, ucciso nel febbraio 2020 all’età di soli 20 anni durante un’invasione domestica nella casa losangelina in cui si trovava. L’artista di New York City ci ha dato un assaggio di tutto quello che avrebbe potuto dare al panorama musicale mondiale con il suo album di debutto postumo, l’apprezzatissimo Shoot For The Stars Aim For The Moon, pubblicato il 3 luglio 2020. Il progetto ha guidato la classifica Billboard 200, e tutte le sue canzoni hanno avuto un notevole impatto sulla Hot 100.

Il 5 marzo Pop Smoke ha fatto anche il suo debutto postumo nel film Boogie, la storia di formazione diretta da Eddie Huang sul prodigio del basket del Queens Alfred “Boogie” Chin. Il rapper, parte del cast, ha interpretato Monk, il rivale in campo del protagonista.

Pop Smoke come la statua della libertà

È proprio nella colonna sonora di Boogie che il rapper nativo di Brooklyn ha lasciato il segno con un suo brano, il già edito AP, pubblicato a fine febbraio. La notizia è che ieri è uscito il video ufficiale, co-diretto da Transition Ninja e Steady Prime. Il clip, che vanta già un milione e mezzo di visualizzazioni su YouTube, si apre con Pop Smoke nei panni della statua della libertà di New York City, a dimostrazione dell’impronta lasciata sulla sua città natale.

Articolo Precedente
paul mccartney

Paul McCartney annuncia il sequel di Hey Grandude!, il suo libro per bambini

Articolo Successivo
Justin Bieber, foto di Mike Rosenthal/Getty Images

Justin Bieber esplora i confini della sua felicità (e degli anni '80) in "Justice"


Articoli correlati
Emis Killa: oltre gli istinti e l’impulsività - Intervista
Leggi di più

Emis Killa: oltre gli istinti e l’impulsività – Intervista

Dopo il lancio del singolo "Tijuana", Emis Killa si prepara a pubblicare il suo nuovo disco "Supereroe Bat Edition" (in uscita il 21 giugno). Abbiamo fatto due chiacchiere con Emis in occasione del Core Festival di Treviso: «Ho imparato che le parole sono peggio delle botte. Quando vuoi fare male a qualcuno, se sai parlare nella maniera giusta non c’è cosa peggiore»
Total
5
Share