Fugees, ecco com’è andato il concerto pop-up di ieri a New York

Una bella anticipazione del tour di reunion annunciato solo pochi giorni fa. Una notizia che sta già mandando in fibrillazione i fan di una delle formazioni più importanti del classic hip hop
The Fugees. Paul Natkin/WireImage
The Fugees. Paul Natkin/WireImage

In molti non hanno creduto ai propri occhi (e orecchie) quando i Fugees hanno annunciato la loro tanto attesa reunion all’inizio di questa settimana. Wyclef Jean, Lauryn Hill e Pras Michel si sono messi alle spalle la loro storia complicata, ma memorabile. Per l’occasione intraprenderanno un tour mondiale per celebrare il 25° anniversario del loro secondo album in studio, più che acclamato dalla critica, The Score.

Proprio ieri, 22 settembre, i Fugees hanno organizzato un concerto “pop-up” a sorpresa al Pier 17 di New York City, regalando ai fan un antipasto di ciò che accadrà nel prossimo tour.

Persone di tutte le generazioni si sono recate a Lower Manhattan, aspettando per ben tre ore e mezza, in una serata ventosa, di assistere a un momento davvero storico. Sono passati quasi 16 anni dall’ultima volta che i Fugees sono stati visti insieme sul palco, ma la loro esibizione ha comunque lasciato il desiderio di averne ancora di più.

Il live dei Fugees a New York

Una band dal vivo accompagnata da una sezione di ottoni in giacca e cravatta e coristi ha introdotto il leggendario trio con un’interpretazione elettrizzante di The Score e How Many Mics. I fan hanno esultato alla vista di Wyclef e Pras, ma sono esplosi letteralmente dopo l’ingresso di Lauryn Hill. Con un outfit strepitoso composto da un vestito rosso con volant, occhiali da sole tondi e neri e un paio di stivali con plateau abbinati.

La troupe ha assorbito tutta l’energia che la folla stava dando loro, dando il via alle note di Ready or Not, Zealots e Killing Me Softly With His Song. Quella stessa energia si è amplificata quando, suonando il successo Fu-Gee-La prodotto da Salaam Remi, il fragore del pubblico ha fatto tremare tutto il Pier 17.

Wyclef Jean, un freestyle da ricordare

Wyclef si è preso un po’ di tempo fuori dalla scaletta per sfogarsi con un freestyle riguardo a tutto quello che sta accadendo ai suoi compagni haitiani a Del Rio, in Texas. La crisi dei migranti haitiani ha dominato le notizie e i social media questa settimana, per via del trattamento disumano che gli haitiani stanno ricevendo dalla polizia di frontiera degli Stati Uniti. Per questo, Wyclef non ha esitato ad affrontare la preoccupante situazione.

Ha preso di mira il presidente Joe Biden per aver ignorato le pessime condizioni nel campo di Del Rio. Poi, ha criticato il modo in cui vengono trattati i migranti haitiani, a differenza dei rifugiati afghani a cui è stato concesso asilo. Wyclef ha anche minacciato l’ufficiale della polizia di frontiera degli Stati Uniti, recentemente ripreso da una telecamera mentre frustava i migranti. Aggiungendo, subito dopo, di aver esagerato, nel caso in cui la CNN o MSNBC dovessero fraintendere le sue parole.

Ms. Lauryn Hill, sempre al top

Lauryn anche si è lanciata in un freestyle, ma ha scelto di parlare alla folla della controversa storia dei The Fugees. Il gruppo si sciolse dopo l’uscita del loro secondo album in studio, e lei si avventurò sul percorso di una carriera da solista. Ci sono state voci di ogni genere sulla rottura, ma Lauryn ha spiegato che sono stati il denaro e il successo ad ostacolare il gruppo.

La rapper-cantante ha chiesto poi a tutti i presenti di “rispettare il miracolo”. Quello di se stessa, Wyclef e Pras finalmente di nuovo in grado di guardarsi negli occhi e di esibirsi come ai vecchi tempi. Ha anche spiegato la pausa che si è presa dopo il suo rivoluzionario album di debutto The Miseducation of Lauryn Hill, che è stata il risultato di un desiderio di recuperare tutti gli anni che ha dedicato da adolescente ai Fugees e alla sua carriera da solista.

Lo spettacolo è finito molto prima che i fan fossero pronti per tornare a casa. Comunque, i Fugees hanno promesso che il tour in arrivo sarà unico, in quanto lo stanno ancora preparando. Mentre alcuni fan sono andati via delusi e altri soddisfatti, tutti comunque hanno voluto che il gruppo eseguisse un’altra canzone. Sfortunatamente, dovranno aspettare ancora qualche settimana per rivedere i Refugee All-Stars in azione: il tour Diaspora Calling Presents The Fugees prenderà il via a Chicago, in Illinois, il prossimo 2 novembre.

Articolo Precedente
Los Ninos - Star Odyssey - anteprima

Ascolta in anteprima "Star Odyssey" dei Los Niños (Luciano e Michel Cleis)

Articolo Successivo
Tropico. Foto di Biagio Munciguerra

Davide Petrella diventa Tropico: «Nella scena napoletana manca il lato canzone»


Articoli correlati
Total
22
Share