“From Mono to Stereo”: Mike Lennon getta la maschera dell’ironia e si racconta

Il rapper si è conquistato il pubblico giovane grazie alla sua autoironia che giocava con gli stereotipi sulle persone asiatiche. Ma in questo documentario si racconta per quello che è davvero e si prepara al prossimo step artistico
Mike Lennon - 1

Negli ultimi anni Mike Lennon si è conquistato la simpatia del pubblico giovane con la forza dell’autoironia. Il suo “asian rap” infatti ha giocato spesso con i luoghi comuni sulle persone asiatiche (lui è di origini vietnamite), decostruendone il significato discriminatorio. Per questo la sua musica – apparentemente leggera – porta con sé un forte messaggio sociale, fatto di inclusione e antirazzismo. Ma Mike adesso è pronto per fare il salto a un livello superiore. Lo fa “gettando la maschera”, quella del sarcasmo, e presentandosi per quello che è realmente in From Mono to Stereo. I miei 2 anni tra musica e follia alla rincorsa di un sogno.

Interamente ideato e realizzato dallo stesso Mike, il documentario racconta al pubblico la genesi e le necessità che lo hanno spinto a creare e recitare un’identità così particolare. «From Mono to Stereo rappresenta pienamente il mio passaggio dalla “L” alla “R”, senza escludere nessuna delle due», spiega. «Il Mike Lennon che avete conosciuto fino ad ora è solo una delle sfaccettature e delle personalità che mi compongono, ora finalmente avrete modo di apprezzarmi a pieno, nella mia totale libertà di espressione musicale e visiva».

Dietro al personaggio che si è costruito, infatti, c’è una storia personale fatta di sacrifici, studi, lavori umili svolti per mantenersi. Attraverso il video si respira anche l’entusiasmo con cui il suo progetto è stato accolto: la viralità della sua musica, il supporto di radio e TV, i live sold out.

Domani, venerdì 17 luglio, uscirà il nuovo singolo di Mike Lennon, Libero (Carosello Records). Simbolicamente, il primo brano con la “R”.

Guarda il documentario From Mono to Stereo. I miei 2 anni tra musica e follia alla rincorsa di un sogno

Articolo Precedente
Alex Britti

Alex Britti: «La scena indie romana? Mi piace ma spesso pensa più al testo che alla musica»

Articolo Successivo
Omar - 1000 Malibù - anteprima

Guarda in anteprima il video di "1000 Malibù" di Omär

Articoli correlati
Total
5
Share