Dal remix con Stormzy a “BTS Freestyle”, come sarà il 2021 di Yaw Tog?

Negli ultimi mesi il rapper ghanese Yaw Tog ha messo insieme una serie di traguardi importanti, tra cui il progetto in sette tracce TIME
Yaw Tog, fonte: Instagram
Yaw Tog, fonte: Instagram

I social network hanno favorito lo sviluppo di logiche e strategie che ormai il pubblico del rap game legge in scioltezza. Una su tutte, la pubblicazione sporadica di un freestyle, che può rivelarsi estremamente utile per mettere il punto ad una fase e aprirne una nuova. Qualcosa in meno di un pezzo, qualcosa in più di uno snippet. Un semplice esercizio di stile dalla massima resa in termini di hype, se ben organizzato. In Italia numerosi artisti hanno fatto propria questa mossa – si pensi a Side Baby –, favorendo la voglia di pubblico e critica di tirare un bilancio e di cambiare la lente per osservare il futuro prossimo della rapstar in questione.

Proprio poche ore fa il rapper ghanese Yaw Tog, salito alla ribalta grazie alla drill hit Sore che vi avevamo presentato lo scorso settembre, ha condiviso con i propri follower di Instagram BTS Freestyle, servendoci un assist al bacio per ripercorrere i suoi ultimi step e buttare un occhio più in là, verso il domani.

Le barre postate su IG e apprezzate da colleghe come Amaarae sono la cerniera ideale tra i traguardi tagliati negli ultimi mesi e le ambizioni che Yaw Tog potrà sviluppare lungo il 2021. Lo avevamo lasciato a Sore, la sua massive hit indiscussa, che gli ha permesso di compiere un deciso balzo al di fuori dei confini continentali e di approdare sulle trap page statunitensi. Ci trovavamo di fronte, né più né meno, al classico brano che può svoltare una carriera. E per ora tutto sembra andare secondo piani ben più rosei di quelli che Yaw si sarebbe potuto immaginare un anno fa.

Yaw Tog tra Stormzy e TIME

Il 4 marzo 2021 è arrivato infatti il Sore Remix, che ha permesso a Yaw Tog di condividere il beat con un peso massimo del calibro di Stormzy. Come prevedibile, la nuova versione – che conta anche la presenza di Kwesi Arthur – ha macinato più del doppio degli stream del brano originale. Inoltre, ha registrato oltre 3 milioni di visualizzazioni con il videoclip YouTube ufficiale.

Il remix con la star inglese è stato poi inserito in un altro cruciale capitolo della carriera di Yaw Tog: l’EP TIME, pubblicato il 25 marzo. Un lavoro di sette tracce, che pone di fatto la pietra angolare della produzione discografica del rapper. Si tratta infatti del suo primo, vero progetto di riferimento, prossimo metro di paragone per tutto quello che porterà la firma del giovane ghanese da qui in avanti.

A giudicare dal recente passato, Yaw Tog sta bruciando rapidamente le tappe di un percorso che potrebbe lanciarlo presto sul panorama internazionale. Sappiamo bene quanto conti ad oggi una collaborazione di cartello in curriculum per farsi largo tra l’offerta. Lasciatosi alle spalle il supporto di una stella mondiale, il rapper ha ormai a disposizione gli strumenti necessari per consolidare la propria storia e proporsi come artista di punta del Gh rap. Che la prossima pietra sia un nuovo singolo o un secondo progetto di inediti, non mancano più le fondamenta su cui costruire. Lo stesso non poteva dirsi dopo il primo exploit. Sore lo ha messo di fronte alla madre delle sfide per ogni giovane promessa: allontanarsi dall’etichetta di one hit wonder. Capiremo nei prossimi mesi quanto in là potrà spingersi. Che sia il 2021 l’anno della consacrazione?

Articolo Precedente
Alice Merton, fonte: ufficio stampa

Come è il nuovo video di Alice Merton "Vertigo"

Articolo Successivo
Lil Nas X

Lil Nas X ha lanciato "Twerk Hero". Una canzone? No, un videogioco


Articoli correlati
Total
4
Share