Da Gunna a Duki, tutti i feat più importanti della carriera di Capo Plaza

Protagonista della stagione degli italian remix, Capo Plaza puntellerà la propria lista di collaborazioni internazionali con l’album in arrivo
Capo Plaza / fonte: Instagram / ph: Andrea Bianchera
Capo Plaza / fonte: Instagram / ph: Andrea Bianchera

In Reminder, Jay-Z si chiedeva se fosse il caso di recapitare un promemoria ai suoi detrattori, per ricordar loro con chi avevano a che fare. Per certi versi, il titolo del prossimo album di Capo Plaza in uscita il 22 gennaio ha lo stesso valore.

Plaza punta non solo a coronare un lungo lavoro di posizionamento, costruito su trend intelligenti – l’italian remix su tutti – e una rinnovata dedizione su lines e immaginario. In quelle due sillabe c’è tutto Capo, su più livelli. Nomen omen, tra passato e futuro, pubblico e privato, rapstar e fan.

Dal passato al futuro

La tracklist d’eccezione, impreziosita da collaborazioni statunitensi di livello assoluto, restituisce infatti pienamente tanto l’artista quanto l’appassionato e i suoi ascolti personali. Nei mesi scorsi l’artista ha potuto condividere il beat con star del calibro di Gunna e Lil Tjay, connessioni perfettamente coerenti con gli universi musicali a cui storicamente Plaza strizza l’occhio – da Lil Baby a Youngboy passando per il game transalpino.

C’è poi la volontà di ricordare i perché della longevità di un disco come 20, rispolverando un invidiabile golden touch tra ritornelli e trap dalle sfumature più cupe che possa farci tornare in mente le ragioni di un successo simile e dell’appeal della sua voce.

Tradotto: Capo Plaza, il chorus killer, non è qui per caso, tantomeno sopravvive; quel nome mantiene il proprio peso specifico. Dopo anni passati a parlare del nuovo disco di Sfera, il pubblico si è dimenticato quello che è stato e quello che sarà. Eccolo il reminder in questione. Fun Fact: quel brano di Jigga è contenuto inThe Blueprint 3 che (a detta dello stesso rapper di Salerno via IG) è il disco preferito di Plaza.

Vale dunque la pena sostare sul discorso delle collaborazioni, ripercorrendo le più rilevanti della sua folgorante carriera.

Alcune hanno portato su un altro livello lo status di Luca, consolidando la riconoscibilità del suo trademark. Altre ci dicono molto sui suoi gusti. Chissà che quelle venture non lo portino ancora più lontano.

Aya Nakamura

Oltre 71 milioni di stream su Spotify per uno dei remix meglio riusciti della storia recente della scena nostrana.

One Shot One Kill per Plaza, che ha aperto un’ampia finestra di mercato italiano ad uno dei massimi successi della francese Aya Nakamura, remixato anche da Lil Pump.

A Boogie Wit Da Hoodie

Masterclass #2 su come far fruttare al meglio un italian remix. L’alchimia tra Capo Plaza e A Boogie Wit Da Hoodie meritava proprio un secondo atto, che ritroveremo il 22 gennaio in No Stress.

Duki, Pablo Chill-E, Ronny J & C.R.O.

La massive hit di Duki Goteo ha permesso al rapper di Salerno di mettere un piede nel latin game senza paura, con l’ottimo periodo di forma vissuto nel 2020 dal cileno Pablo Chill-E a guardargli le spalle. Considerata la passione di Plaza per Anuel AA, chissà che il futuro non ci riservi qualcosa di simile.

Scott Storch, Tyga, Ozuna

Quanti possono dire di aver rappato su un sample di Just a Lil Bit firmato da Scott Storch? Perfettamente a suo agio sui pattern reggaeton, Capo Plaza si è portato a casa anche questa.

Lil Tjay

Richard Mille, la collaborazione con Lil Tjay, è il genere di combo che non ha bisogno di presentazioni.

Nel caso non lo conosceste, vi basterà uno dei suoi cavalli di battaglia firmato con Pop Smoke e Fivio (altri pallini di Plaza) per capire il perché.

Sfera Ebbasta

Forse il brano più importante della carriera di Capo Plaza. Parlano i numeri: oltre 100 milioni di stream su Spotify.

Per quel che riguarda $€, inavvicinabile ai tempi, lo ritroveremo in Demonio.

Luciano

Interessante connessione tedesca con il rapper di Berlino Luciano, presente in Ferrari. L’outsider dell’album?

Ninho

Capo Plaza e la Francia, una storia d’amore con pagine memorabili come Billets con Ninho, main artist in Francia con il terzo capitolo della saga M.I.L.S.

SCH, Soolking

Importante gettone anche in Rooftop del francese SCH, che ha piazzato sullo stesso beat Capo Plaza e Soolking, altro talento cristallino.

Snik

Fra gli artisti più popolari in Grecia, Snik ha aperto le porte delle sue produzioni al flow di Capo Plaza in due occasioni: Colpo Grosso (ft. Guè e Noizy) e TopBoy.

J Balvin

Lo Yoshi Remix con J Balvin ha fatto molto parlare. Anche in quel caso, puntuale timbro di Capo Plaza.

Gunna

C’è chi non aspetta altro cheVVS e chi mente.

Scommettiamo che la presenza di Gunna abbia reso Capo Plaza molto orgoglioso di se stesso, dato che il rapper di YSL è fra i padrini indiscussi della generazione artistica che ha dato i natali al giovane fuoriclasse salernitano.

Articolo Precedente

TikTok: chi sono i 5 top artist da tenere d'occhio nel 2021

Articolo Successivo
Anfisa Letyago / fonte: Instagram

Anfisa Letyago: l'8 gennaio fuori il nuovo EP "Listen" (con la nuova label)


Articoli correlati
Total
140
Share