Da Fabri Fibra a Drake, ecco alcuni dei dischi più attesi del 2021

Oltre ai nuovi progetti delle stelle del rap game, è probabile che nel 2021 potremo ascoltare anche gli inediti di Adele e (si spera) Rihanna
Drake
Drake

Il 2020 ha permesso a importanti fanbase di spuntare progetti più attesi dalle proprie wishlist. Eternal Atake di Lil Uzi e Whole Lotta Red di Playboi Carti sono un buon esempio in questo senso. Il Covid-19, tuttavia, ha costretto molti artisti a rivedere i piani di pubblicazione in vista di tempi migliori. Il 2021 sembra l’anno giusto – perlomeno, questo è quello che ci auguriamo.

Abbiamo quindi selezionato alcuni dei dischi più rilevanti che potrebbero vedere la luce nell’anno venturo. Non solo rap: anche importanti voci femminili come Adele potrebbero tornare con un disco.

Drake

Certified Lover Boy di Drake uscirà a gennaio. Resta da capire quanto sarà corposo (sulla falsa riga del chilometrico Scorpion?) e quali sorprese ci riserverà. Tosta superare l’impatto di un feat di Michael Jackson, ma l’artista canadese non conosce limiti. Nel frattempo, per tenere alta la soglia dell’attenzione, Drizzy ha lasciato il segno sul 2020 con il progetto Dark Lane Demo Tapes e NOCTA, la collezione realizzata con Nike.

Travis Scott

Il nuovo atteso disco di Travis si chiamerà Utopia, e punterà ad alzare ancora una volta il livello a 360° a colpi di experience, artwork e hit. Pochissime le indiscrezioni sul progetto del rapper di Houston – fra cui la probabile presenza di Roddy Ricch.

Kendrick Lamar

Il re sta per tornare. Si spera. Kendrick ha lasciato l’Italia e mezzo mondo con l’amaro in bocca dopo aver fatto slittare il tour mondiale – solitamente sinonimo di nuovo disco. C’è da augurarsi che K-Dot abbia riservato alla release un posto nel 2021. Quell’aprile 2017, che segnò l’uscita di DAMN, sembra lontano ere geologiche.

Migos

Il terzo capitolo della trap-saga Culture uscirà con ogni probabilità l’anno prossimo. Il precedente non aveva convinto del tutto i fan di Quavo, Offset e Takeoff. D’altro canto Culture I è un classico assoluto del game recente e, quanto tale, rimane molto difficile da replicare. Figuriamoci da superare.

Adele

Sono passati più di cinque anni dall’ultimo disco di Adele, che ha pregato i fan di essere pazienti. L’ultima fatica discografica della cantante doveva uscire a settembre, ma il Covid-19 si è messo di mezzo.

Rihanna

Chissà che la star delle Barbados non provi a scrollarsi di dosso le polemiche social che l’hanno investita nel 2020 con un nuovo album. C’è parecchia impazienza riguardo a nuova possibile musica di Riri; ai fan più affezionati le sole linee customizzate di cosmesi e le love story con A$AP Rocky cominciano a stare strette.

Fabri Fibra

Dopo il passaggio in Sony ci si aspettava qualcosa di grosso. FF invece è rimasto in silenzio, continuando a centellinare la propria partecipazione nel 2020 del rap italiano a colpi di staffilate nelle strofe dei pezzi altrui. Ma il 2021 potrebbe essere l’anno del Fibroga.

Capo Plaza

Come ben sapete, Plaza uscirà a gennaio, con tanto di prestigiose collaborazioni internazionali (i web rumors parlano di Gunna) al suo interno. Sarà il rapper di Salerno a scalzare lo strapotere nazionale di $€?

Salmo

Qualcosa bolle in pentola per Salmo, che l’8 gennaio pubblicherà con ogni probabilità un nuovo singolo o un nuovo feat. Disco in arrivo per l’artista sardo? Se così fosse, si prospetta un altro anno ai vertici per Machete.

Tedua

Vita Vera Mixtape e Aspettando la Divina Commedia hanno tenuto in caldo i fan, ma ora è tempo di scoprire le proprie carte. Il disco di Tedua si porta sulle spalle un gravoso e giustificato carico di aspettative, considerata la penna di Mario. Vero, il suo fidato producer Chris Nolan ci ha confidato che potrebbe volerci ancora un po’ di tempo prima della release. Ma i fan scalpitano.

Articolo Precedente

Da "Blinding Lights RMX" a "X", le migliori collaborazioni bilingui del 2020

Articolo Successivo
Top 10 album 2020 - foto di Lee Campbell - Unsplash

I migliori album del 2020: le top 10 della redazione di Billboard. Parte 1


Articoli correlati
Total
4
Share