Clementino: il video di “Partenope” è pieno di star, da Capriati a Mertens

Per il compleanno del capoluogo campano, il rapper Clementino ha raccontato in una clip la favola quotidiana all’ombra del Vesuvio
Clementino, ph: Vittoria Maione

Napoli ha compiuto gli anni il 21 dicembre. Per l’occasione, uno dei suoi artisti più apprezzati in Italia le ha dedicato un singolo. Si tratta di Partenope, canzone-lettera firmata da Clementino (nato lo stesso giorno), che muove così i primi passi nell’universo Sony dopo anni passati in Universal. Il singolo segue peraltro un’altra sua sentita dichiarazione d’amore per NA, realizzata con Nerone in Radici.

Per completare il doppio regalo (alla città e a se stesso), il rapper ha pubblicato da poche ore anche il videoclip ufficiale, diretto da Antonio Gerardo Risi per IRed. L’obiettivo? Raccontare l’incredibile spettacolo inscenato quotidianamente dalla cultura partenopea, con l’aiuto di alcune personalità note di Napoli. È lo stesso Clementino a spiegare lo spirito del clip:

«Partenope è un video stupendo che racconta la favola di Napoli. Ho l’onore di avere in questo video ospiti importantissimi, da Dries Mertens a Marco D’Amore, passando per Joseph Capriati, Vincenzo Salemme, Jorit, Cristiana Dell’Anna e molti altri. Sono contento di aver coinvolto alcune eccellenze napoletane e la cosa importante è che arrivi il significato di una Napoli che ha sempre combattuto e che ha mantenuto la sua umiltà negli anni. Una Napoli che, come diceva Pino Daniele, è piena di colori, ma purtroppo la gente vede solo il nero: noi, attraverso questo video, abbiamo voluto far vedere i suoi colori».

Nel video è presente anche la statua – al momento in argilla – del calciatore Diego Armando Maradona mentre indossa la maglia n° 10 del club partenopeo. La scultura realizzata da Domenico Sepe sarà successivamente usata come modello per la realizzazione della statua in bronzo, con l’intenzione di donarla alla città di Napoli per omaggiare il campione scomparso.

Ascolta Partenope di Clementino

Articolo Precedente

Sanremo 2021: chi si schiera contro l'idea Rai di una nave per spettatori e staff

Articolo Successivo
Lana Del Rey, alla 62esima cerimonia dei Grammy Awards a gennaio 2020, Amy Sussman/Getty Images

Lana Del Rey avverte: «La fasciatura non è simbolica, sono caduta»


Articoli correlati
Total
6
Share