Guarda in anteprima il video di “Disturbo Post Traumatico” di Dr. Wesh feat. Akes

Il videoclip anticipa la pubblicazione dell’album d’esordio Pazienti, dove il produttore e beatmaker romano ha coinvolto tredici rapper e trapper della Capitale
Dr. Wesh - Akes - Disturbo Post Traumatico - anteprima

Uscirà questo venerdì (25 settembre) per La Grande Onda di Piotta il primo album del produttore e beatmaker romano classe ’94 Dr. Wesh, Pazienti. L’album prende la forma di un racconto in cui le tracce sono collegate da una storia che gradualmente si rivela durante l’ascolto. L’album è accompagnato dal videoclip di Disturbo Post Traumatico firmato Edit One Factory, oggi in anteprima su Billboard Italia, dove Dr. Wesh nel ruolo di medico psichiatra si occupa delle cure del “paziente” Akes.

Il concept di Pazienti

Si tratta di un’esperienza diversa rispetto ai numerosi dischi collaborativi di producer. L’album, infatti, prende la forma di un racconto in cui le tracce sono collegate da una storia che gradualmente si rivela durante l’ascolto. Nonostante il disco sia basato sulle collaborazioni, la cosa più insolita è come Dr. Wesh riesca ad essere il protagonista assoluto di questo viaggio, quasi “usando” gli artisti che cantano sui suoi beat, alla pari di attori che recitano in una storia tanto psicotica quanto onesta e sincera.

Nella tracklist scorrono i temi della salute mentale, che raccontano un po’ autobiograficamente la reale depressione e i reali problemi mentali affrontati dal produttore. Nonostante i beat siano tutti legati da un sound trap statunitense (l’artista dichiara l’ispirazione nel sound di Kanye West, Mike Dean e Travis Scott), il progetto è costellato di episodi pop/indie, nel mezzo delle quali troviamo vere e proprie canzoni con intermezzi a sorpresa, continui e repentini cambi di strumentale, muri di synth e intermezzi strumentali melodici , che riescono a far viaggiare l’ascoltatore rendendo l’esperienza d’ascolto una vera e propria “serie televisiva” a 360 gradi.

Dentro la clinica psichiatrica, il producer romano veste il camice di un vero e proprio medico e ci conduce nelle rispettive “celle” dei vari artisti/pazienti, a cui il dottore cuce addosso un sound ogni volta diverso ma mai slegato, facendo uscire le espressioni e le confessioni più intime dei protagonisti.

Gli ospiti dell’album

Ma chi sono questi artisti/pazienti scelti da Dr. Wesh? Si parte con Akes che inaugura la tracklist con il suo “disturbo post traumatico”, per poi passare a Ozymandias che rappresenta la patologia delle manie. Anima ci parla di “iperaffettività”, seguito dal duo 94Hermanos composto da Ancora e Renton che assieme a Heavy trattano il tema della “derealizzazione”. La crew Shangai Blood, dove militano Sayanbull, Naver, Wave DB e Sonny Suburbio, ha messo a fuoco il tema dell’”antisocialità”, traccia della quale è stato di pubblicato già un videoclip. Si prosegue con il “disturbo dell’attenzione” di Andre Faida e la “demenza” di Garfo, per finire con l’”iperempatia” di Solei.

Il disco, arricchito da interludi recitati sotto forma di “annotazioni mediche”, si suddivide in quattro stagioni, nelle quali piano piano assistiamo alla discesa nella spirale psicologica che porterà il “dottore” sempre più in basso, fino ad un inaspettato colpo di scena e ad un finale toccante cantato e interpretato dallo stesso Dr. Wesh.

Guarda in anteprima il video di Disturbo Post Traumatico di Dr. Wesh feat. Akes

Pazienti – Tracklist

  1. Capitolo I – Inverno (skit)
  2. AKES – Disturbo Post Traumatico feat. Akes
  3. OZYMANDIAS – Manie feat. Ozymandias
  4. Capitolo Il – Primavera (skit)
  5. ANIMA – Iperaffettività feat. Anima
  6. 94HEAVY – Derealizzazione feat. 94hermanos, Heavy
  7. Capitolo III – Estate (skit)
  8. BLOOD – Antisocialità feat. Sayanbull, Wave DB, Sonny Suburbio, Naver
  9. ANDRE FAIDA – Disturbo dell’Attenzione feat. Andre Faida
  10. GARFO – Demenza feat. Garfo
  11. Capitolo IV – Autunno (skit)
  12. SOLEI – Iperempatia feat. Solei
  13. Capitolo V – Colpo di Scena (skit)
  14. DR WESH – Finale

Articolo Precedente

"Sore": è il momento di conoscere la hit drill di Yaw Tog dal Ghana

Articolo Successivo
Abbiamo incontrato Annalisa all'ora della merenda e abbiamo scoperto parecchie cose: sul suo ultimo album Nuda ma anche su di lei

Annalisa: «Tsunami significa dire quello che pensi. Sempre». L'intervista

Articoli correlati
Total
6
Share