4 album da sentire dopo “The Off-Season” di J. Cole

L’ascolto di The Off-Season, il nuovo album di J. Cole, è costellato di quotes ad artisti, progetti e sample familiari. Ne abbiamo scelti 4
Amine, fonte: Instagram
Amine, fonte: Instagram

Non appena The Off-Season è stato pubblicato, è partita la caccia agli easter egg tra ospiti nascosti, citazioni e chicche a suon di sample ricercati. Il pubblico non è rimasto deluso, e tra campioni di Jay-Z, quotes a Eminem e giochi di parole vari, ha ricevuto un bel po’ di materiale da scartare avidamente. Abbiamo selezionato quattro progetti da recuperare assolutamente, legati ad artisti o riferimenti presenti nell’ultima fatica discografica di J. Cole.

Quattro quotes da The Off-Season

Aminé, Limbo

Ai più attenti non sarà sfuggito che nel featuring con Lil Baby p r i d e . i s . t h e . d.e.v.i.l J. Cole si serve dello stesso sample usato dal rapper Aminé in Can’t Decide, prodotta sempre da T-Minus e contenuta nell’album Limbo. Un progetto solido, ma colpevolmente sottovalutato a livello mediatico. Quindi grazie a Cole per lo splendido assist servito a chiunque se lo fosse perso.

Puff Daddy, No Way Out

My last scrap was with Puff Daddy, who would’ve thought it?
I bought that n***a album in seventh grade and played it so much
You would’ve thought my favorite rapper was Puff

J. Cole, l e t . g o . m y . h a n d

Nel brano l e t . g o . m y . h a n d (ft. Bas e 6LACK), J. Cole rievoca antiche ruggini con Puff Daddy. Per anni si è vociferato di uno scontro tra i due, avvenuto durante un after party di MTV, che ora trova definitiva conferma. Il motivo? Il discusso testo di Kendrick Lamar in Control (dove K-Dot si autoproclamò re di NY) che non andò giù al produttore. Gli entourage di Kendrick e Diddy entrarono in collisione dopo il tentato lancio di un drink verso Lamar. J. Cole intervenne a sostegno dell’amico losangelino. Il resto è storia riportata in queste barre, dove il rapper di The Off-Season cita probabilmente il disco di Puff No Way Out, pubblicato nel 1997. Proprio quando Cole, nato del 1985, si trovava in seconda media («seventh grade»).

Morray, Street Sermons

Il prossimo consiglio non è legato ad una reference specifica o ad un campionamento, ma alla presenza stessa di Morray nell’album di J. Cole. Lo troviamo infatti nell’apprezzato brano m y . l i f e, in cui figura anche 21 Savage. Il ritornello eseguito magistralmente dal classe ’92, oltre ad essere un omaggio al brano di Styles P e Pharoah Monch The Life, è un invito a nozze a recuperare l’acclamato debut album Street Sermons, uscito il 28 aprile 2021. Al suo interno anche Quicksand, massimo successo di Morray (fino ad ora). Il segno lasciato su The Off-Season sa di rampa di lancio globale. Non a caso Billboard lo aveva inserito nella lista dei 15 artisti rap e R&B da tenere d’occhio per quest’anno.

Dave East, Paranoia: A True Story

My latest beat just sound like they was released by David East (What up, East?)

J. Cole, a p p l y i n g . p r e s s u r e

Chiudiamo con un tuffo nella discografia di Dave East, rapper newyorkese citato da J. Cole in a p p l y i n g . p r e s s u r e. Se non avete mai avuto modo di ascoltarlo, Paranoia: A True Story – fra i suoi progetti più riusciti – è un buon punto di partenza, complice la presenza di nomi del calibro di Jeezy, Nas e Wiz Khalifa.

Articolo Precedente
Nick Jonas, fonte: Instagram

Nick Jonas è stato ricoverato in ospedale per un infortunio sul set

Articolo Successivo
Belly Button - Non Mi Sopporto Più - anteprima video

Guarda in anteprima il video di "Non Mi Sopporto Più" di Belly Button


Articoli correlati
Total
28
Share