Underworld & Iggy Pop: in arrivo l’EP “Teatime Dub Encounters”

Il 27 luglio esce l’EP collaborativo degli Underworld con Iggy Pop: si intitolerà “Teatime Dub Encounters” e conterrà i singoli già usciti “Bells & Circles” e “I’ll See Big”
Sónar 2019: il cartellone si fa ricco e gustoso. Underworld
Underworld – Sónar 2019

Dopo l’uscita del singolo Bells & Circles di qualche settimana fa è arrivata oggi la notizia ufficiale: è in arrivo un vero e proprio EP degli Underworld feat. Iggy Pop, si intitolerà Teatime Dub Encounters.



Teatime Dub Encounters (Caroline International / Universal Music) uscirà il 27 luglio in CD, vinile, streaming e download. L’album è anticipato da due singoli: il già citato Bells & Circles e il nuovo I’ll See Big.

Teatime Dub Encounters è il risultato di una serie di sessioni in una camera d’albergo, che iniziarono qualche settimana dopo che gli Underworld e Iggy Pop pubblicarono i loro rispettivi album (Barbara, Barbara We Face a Shining Future e Post Pop Depression) lo stesso giorno (il 18 marzo 2016). Inutile sottolineare che la loro musica si era già “incontrata” nella colonna sonora di un film iconico degli anni ’90, Trainspotting, che comprendeva Born Slippy e Lust for Life.

“Iggy soggiornava al The Savoy – ricorda Rick Smith degli Underworld – e disse: ‘Sì, possiamo vederci e parlarne’, perché entrambi ci sentivamo fortemente connessi a Trainspotting e a Danny. Iniziai a pensare che avevo una sola chance per convincere questo gentiluomo a lavorare insieme. Quindi mi presentai con metà del mio studio, presi una camera, montai il tutto e aspettai seduto”.

Iggy Pop racconta: “Quando ti trovi davanti una persona che ha preparato uno studio in una camera d’albergo, un regista fresco di Oscar in diretta Skype, un microfono di fronte a te e 30 pezzi di musica perfetta, non fai lo smidollato che dice ‘uh uhhh’… la mia mente correva all’impazzata”.

La tracklist di Teatime Dub Encounters

  1. Bells & Circles
  2. Trapped
  3. I’ll See Big
  4. Get Your Shirt

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo Precedente
Ron Premio Bindi

Premio Bindi 2018: ecco il programma completo della manifestazione

Articolo Successivo

House music, una questione di anima: intervista a Darius Syrossian

Articoli correlati
Total
1
Share