Ieri sera (18 settembre) il DJ superstar si è presentato all’Armani Privé di Milano in piena Fashion Week, reduce dalla sua favolosa stagione a Ibiza e in una forma smagliante: barba più corta che lo ringiovanisce e in un total black semplicissimo. Davanti a un pubblico di selezionati fan (unico neo, i “selezionati”: non smaglianti nel porre domande in un inglese elementare e c’è anche scappata una scena da avanspettacolo che David ha saputo elegantemente gestire), Guetta ha raccontato la genesi di 7, un album addirittura doppio (ben 27 tracce; 31 nella limited edition in doppio CD). Uno è il “pop album” con una pletora di featuring stellari e non – come ormai ogni buon album da classifica deve avere – e il secondo è decisamente più clubbing, presentato sotto il moniker di Jack Back.

David Guetta - 7

David Guetta ci ha svelato che 7 – ricordiamo, è in questo momento il disco più venduto al mondo – praticamente era già pronto da un anno. Poi si era reso conto di non essere soddisfatto e grazie anche ai consigli di uno specialissimo fan – suo figlio, che ha una vera passione per la traccia Motto – ha voluto dare un taglio diverso al progetto.

In 7, come abbiamo già detto, compaiono ospiti importanti, come Justin Bieber, J Balvin e Sia. Ormai tra lui e Sia c’è un’intesa pazzesca e i risultati si vedono con i dati di vendita e ascolto di Flames. Ma David Guetta è molto bravo a scegliere e collaborare con le cantanti, siano di successo come Anne-Marie e Nicki Minaj o emergenti come la sua “nuova scoperta” Faouzia.



In 7 c’è una forte presenza di ritmi e suoni latin. Per Guetta, oltre ad essere un genere amato in tutto il mondo, è anche frutto delle influenze della sua nuova compagna, di origini cubane. C’è anche un tocco d’Italia con una versione alla David Guetta di Con Te Partirò (la cui melodia fu scritta dal compianto Lucio Quarantotto), ribattezzata Goodbye e cantata da Jason Derulo e Nicki Minaj.

Ultimo pensiero è il ricordo per Avicii che con la sua scomparsa a soli 28 anni ha sconvolto tutto l’establishment dei DJ. Per il producer francese è cresciuta la consapevolezza che bisogna lavorare meno. Si è accorto che la creatività arriva quando si ha più tempo a disposizione per sé e per la propria famiglia. Bravo David!


Ascolta 7 di David Guetta in streaming