Locus Festival giunge alla sua quattordicesima edizione: dal 7 luglio al 12 agosto la rassegna porterà nella splendida Locorotondo (cuore della Valle d’Itria, in Puglia) alcune fra le più interessanti proposte del panorama internazionale d’avanguardia. Fra queste troviamo i GoGo Penguin, trio di Manchester dal jazz moderno e contaminato dalle sonorità della musica elettronica.

Dopo l’annuncio dei primi headliner, come anteprima del Festival i GoGo Penguin porteranno A Humdrum Star, il loro nuovo lavoro discografico uscito il 9 febbraio per Blue Note Records, sui palchi del Circolo Magnolia a Milano mercoledì 14 febbraio e del Monk a Roma venerdì 16 febbraio. La band si esibirà poi al Locus il 29 luglio.

Da A Humdrum Star è stato estratto il singolo Bardo, del quale è uscito a inizio febbraio un suggestivo videoclip.



I GoGo Penguin sono formati dal pianista Chris Illingworth, dal bassista Nick Blacka e dal batterista Rob Turner. La loro musica mescola contaminazioni di sonorità del rock, jazz e della musica da videogame. Nel 2014 l ’album v2.0 è stato nominato per il Mercury Prize Album of the Year. Nel 2016 hanno pubblicato Man Made Object per Blue Note Records.

Fra gli altri headliner confermati per quest’edizione del Locus Festival: James Holden & Animal Spirits, The Comet Is Coming ed Henry Wu con Kamaal Williams Experiment, che si aggiungono al super gruppo black americano R+R = NOW, con Robert Glasper, Terrace Martin, Christian Scott Atunde Adjua, Derrick Hodge, Justin Tyson e Taylor McFerrin sul palco del Locus il 7 luglio 2018.

GoGo Penguin (foto di Linda Bujoli)