Tutto pronto per l’apertura del 68° Festival di Sanremo, che da martedì a sabato porterà nelle case degli italiani il meglio della canzone italiana. Venti Campioni, di varia estrazione stilistica e anagrafica, otto Nuove Proposte, tantissimi ospiti – musicisti e non.

«Io ho solo ripreso il titolo e il sottotitolo del Festival pensando alla canzone italiana, questa strana forma d’arte piccola e breve che però ha una forza evocativa micidiale, come i profumi – spiega il direttore artistico Claudio Baglioni durante la conferenza stampa d’apertura – Lo spazio grande sarà dato a questi due elementi: alla musica e alle parole – anche le parole staccate dalla musica stessa. Un festival è una cosa estremamente seria ma anche un grande gioco. È seria quando può ricordare anche i suoi grandi interpreti che non ci sono più. Ogni sera si troverà il modo di ricordare e portare dei tributi alla bellezza che tante grandi persone ci hanno lasciato».

I tributi saranno quelli a Luis Bacalov (che ci ha lasciato a novembre), Sergio Endrigo, Umberto Bindi, Fabrizio De André, Lucio Battisti, Luigi Tenco, Giorgio Gaber.

«Oltre alle venti canzoni in concorso dei Big e le otto dei Giovani è stato difficile scegliere i candidati al concorso perché di buona musica e di buone parole ce ne sono tante – continua Baglioni – Il mondo rap ancora vede Sanremo come un luogo un po’ lontano rispetto al suo percorso e alle sue tematiche. Abbiamo cercato di riportare musicisti, cantanti, interpreti, a “casa loro”. Sanremo è una rassegna moderna, del 2018, in cui si possa sentire buona musica e provare belle emozioni».

Novità di quest’anno, nessuna eliminazione dei cantanti in gara nel corso delle serate. Ci saranno graduatorie (date da una media fra televoto, voto della sala stampa, giuria demoscopica, giuria di esperti) e «l’eliminazione avverrà il sabato sera e la domenica mattina quando ci cacceranno via tutti. Siamo contenti di aver fatto una missione piccola e un po’ temeraria», dice Baglioni.

Fra gli ospiti annunciati figurano Fiorello, Gianni Morandi, Laura Pausini («che ha una laringite ma farà di tutto per essere con noi»), Max Pezzali con Nek e Francesco Renga, Sting insieme a Shaggy, James Taylor con Giorgia, Fiorella Mannoia. Più uno dei “padri nobili” della kermesse: Pippo Baudo, ospite nella serata di mercoledì. Inoltre, in seguito alla campagna sostenuta da tanti protagonisti del mondo dello spettacolo, la Città di Sanremo ha deciso di dare il Premio alla Carriera a Milva.

Comincia dunque ufficialmente la settimana del Festival della Canzone Italiana: per dirla con Claudio Baglioni, “Sanremo non ti temo”.