Con “What A Time To Be Alive” Tom Walker torna live in Italia

Tom Walker pubblica “What A Time To Be Alive” e annuncia due date dal vivo nel nostro Paese. Tutte le informazioni sui live
Con What A Time To Be Alive Tom Walker torna live in Italia
Tom Walker

Domani, 1° marzo, esce il suo album di debutto per Sony Music, What A Time To Be Alive. Tom Walker è senz’altro uno dei nomi della musica britannica più in voga del momento. E non solo grazie al suo recente trionfo ai BRIT Awards come British Breakthrough Artist.

Il talento dell’artista nato a Glasgow nel 1991 è infatti riconosciuto da tutti, in giro per il mondo. A casa nostra, Walker ha recentemente duettato con Marco Mengoni in Hola (I Say). La sua ballad Leave a Light On è arrivata al doppio disco di platino e ha superato i 300 milioni di visualizzazioni su YouTube.

Come già detto, domani esce il suo album di debutto What A Time To Be Alive, anticipato da Angels, My Way e Just You And I. Questa uscita spinge Tom Walker a tornare presto in tour. E infatti sono già stati annunciati due appuntamenti live nel nostro Paese, a Verona e Rimini.

Qui tutte le informazioni per l’acquisto dei biglietti.



Le date live di Tom Walker in Italia

23 giugno – Teatro Romano, Verona (Rumors Festival)

24 giugno – Corte degli Agostiniani, Rimini (Percuotere la Mente)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo Precedente
Sónar 2019, il cartellone si espande ancora

Sónar 2019, il cartellone si espande ancora

Articolo Successivo
Ebbene sì: sono tornati i Jonas Brothers

Ebbene sì: sono tornati i Jonas Brothers

Articoli correlati
Sónar 2019, il festival della nuova generazione
Leggi di più

Sónar 2019, il festival della nuova generazione

L’edizione 2019 del Sónar ha contato oltre 105.000 presenze da più di 120 paesi. Le parole chiave? Globale, interculturale, inclusivo, radicale e sostenitore della diversity. Un Festival da ricordare per l’avanguardia musicale e tecnologica che ha voluto soprattutto sostenere la figura femminile e i suoni provenienti dai luoghi ai margini del nostro pianeta. Il risultato è stato un weekend di scoperta e di positività per la creatività dell’entertainment del futuro
Total
1
Share