Ermal Meta in ologramma nelle stazioni di Milano, Roma e Napoli

I viaggiatori delle principali stazioni italiane troveranno oggi (venerdì 30 aprile) una sorpresa molto particolare: il cantautore presenta il nuovo singolo Uno con delle performance olografiche
Ermal Meta - Uno per Tutti - foto di Carlotta Passoni
Foto di Carlotta Passoni

Nell’attesa di ricominciare con gli spettacoli dal vivo, c’è chi si inventa soluzioni creative con l’aiuto della tecnologia. È il caso di Ermal Meta, fresco di pubblicazione del nuovo album Tribù Urbana. Nella giornata di oggi (venerdì 30 aprile), il cantautore presenterà il nuovo singolo Uno in una modalità molto particolare. In contemporanea nelle grandi stazioni di Milano, Roma e Napoli, dalle 8 alle 20 i viaggiatori troveranno degli speciali “olobox”. Lì sarà trasmessa una performance in 3D del brano, con le immagini della band su un ledwall e Ermal Meta in ologramma.

Ecco come si presentano gli olobox

In collaborazione con Grandi Stazioni Retail Spa, gli olobox sono allestiti nell’Atrio Monumentale Lato IV Novembre della stazione di Milano Centrale, sotto la pensilina di Piazza dei Cinquecento a Roma Termini e nell’atrio della stazione di Napoli Centrale.

Ogni 5 minuti Ermal Meta “incontra” virtualmente chi transita in quelle stazioni, presentando il nuovo singolo Uno. Un brano che vuole essere una sorta di inno alla gioia della condivisione.

Dopo No Satisfaction e Un Milione di Cose da Dirti (3° posto a Sanremo, Premio Bigazzi e disco d’oro), Uno è il terzo singolo estratto da Tribù Urbana, uscito il 12 marzo ed entrato direttamente alla prima posizione delle classifiche FIMI degli album e dei vinili.

Ermal Meta è anche nella lineup del Concerto del Primo Maggio di Roma. Domani, dalla Cavea dell’Auditorium Parco della Musica, eseguirà con la sua band un assaggio del suo nuovo album, incluso il singolo Uno.

Articolo Precedente
Rkomi, credits: Tarfu Studio

Rkomi e il nuovo album "Taxi Driver": «Il mio Vietnam? Calvairate»

Articolo Successivo
Motta, foto di Claudia Pajewski

Motta: «Ho accettato le mie contraddizioni ma cerco sempre la vertigine»


Articoli correlati
Total
3
Share