Cosa dev’essere stato vivere a stretto contatto con i Beatles? Cosa devono avere scoperto le persone che hanno avuto la fortuna di poter lavorare da vicino alla band dei record? Queste sono alcune delle domande che si è posto anche Davide Verrazzani che arriva alla Milano Music Week 18 con uno spettacolo teatrale incentrato proprio su questo tema. E sulla figura di Neil Aspinall.

La presentazione dello spettacolo è chiara: «Un uomo è solo, nella sua stanza. Sente che sta per morire, e vuole raccontare a tutti, per la prima volta, la sua storia. Non è un uomo qualsiasi: è Neil Aspinall, che fu road manager, poi assistente personale dei Beatles e infine presidente della Apple Corps, l’azienda che tutt’oggi cura gli interessi della band. E il racconto della sua vicenda personale diventa la storia dei Beatles».

E continua: «Un modo per omaggiare gli anni in cui la vita di Neil, insieme a quella di milioni di persone in tutto il mondo, è cambiata grazie alle note di quattro giovanissimi ragazzi di Liverpool, e per fare pace con i fantasmi della gioventù che ci tormentano quando l’età avanza».

Lo spettacolo si tiene domani, mercoledì 21 novembre, alle ore 21.20 a Il Cinemino (via Seneca 6). Qui tutte le informazioni.