Il live streaming di Ultimo ha dimostrato che dobbiamo tornare ai concerti

Molti non sono riusciti ad assistere al concerto di Ultimo. L’ennesima dimostrazione che i live streaming non possono sostituire i concerti
Ultimo
Ultimo, foto dal Colosseo

Ultimo, il più giovane cantante italiano di sempre a esibirsi live negli stadi, entra in un Colosseo vuoto, immerso nel silenzio. È quasi buio e in una Roma, quasi spettralmente silenziosa, c’è solo lui con il suo pianoforte.

Il cantante presenta subito il suo nuovo singolo, Buongiorno vita, pubblicato oggi, venerdì 23 aprile. L’atmosfera è magica e Buongiorno vita – L’evento, in streaming sulla piattaforma LIVEnow già solo dopo il primo brano ha il sapore del successo.

I problemi di accesso alla piattaforma durante il concerto

Peccato che, per molti, quella di ieri sera sarà stata una serata da dimenticare. Dopo un anno e poco più di assenza della musica dal vivo, con i live streaming che provano a tappare i buchi, ci sono ancora problemi. Noi, ad esempio, su una scaletta di 10 brani, riusciamo a sentirne solo 7.

Ultimo, infatti, per noi ha presentato solo alcuni dei suoi successi, come Pianeti, 22 settembre e Cascare nei tuoi occhi, perché poi la piattaforma ci ha buttato fuori e non siamo più riusciti ad accedere.

Se noi siamo riusciti ad assistere a circa 30 minuti di Buongiorno vita – L’evento, sono diverse le persone che non hanno potuto godere nemmeno per un minuto del concerto di Ultimo. “Very high traffic volumes” si sono ritrovate scritte nel messaggio che continuava ad apparire, impedendogli di accedere. Inutile forse dire che questo ha scatenato una serie infinita di tweet di persone arrabbiate e deluse.

La delusione e la rabbia non derivano dall’aver speso soldi. Molti, ormai, hanno superato quella fase. Delusione e rabbia derivano dal fatto di non aver potuto assistere al concerto del proprio cantante preferito, che magari si aspettava da mesi. Fortunatamente, per chi ieri non è riuscito ad accedere all’evento, il concerto di Ultimo sarà disponibile su LIVEnow, per chi già possiede il biglietto, fino a sabato 24 aprile alle ore 22.

Ultimo ci ha ricordato che è arrivato il momento di tornare davvero a fare musica dal vivo

Ma davvero questo può bastare a restituire a tanti fan quello che si sono persi ieri sera? O è forse l’ennesima dimostrazione che i live streaming non potranno mai prendere il posto dei concerti? Ultimo, involontariamente, ci ha ricordato l’importanza del “qui ed ora”, dell’essere presenti nel momento stesso in cui qualcosa accade, per poterlo raccontare attraverso quello che noi abbiamo visto. Invece, così, si va ancora di più a perdere la magia di un momento che vorremmo ricordare per sempre. Non solo siamo davanti ad uno schermo, ma le cose non funzionano e, alla fine, invece di provare ad accorciale si aumentano ancora di più le distanze.

L’abbiamo detto all’inizio, quello di Ultimo poteva essere uno dei live streaming più belli di questi ultimi mesi. C’era l’intensità giusta, la magia di una notte romana, le sue parole e il suo modo unico di raccontarsi e raccontare i sentimenti. Peccato, ce lo siamo goduto a metà, e molti non se lo sono goduto per niente.

Intanto da LiveNow è arrivata una mail di scuse per quanto accaduto ieri sera, a tutti coloro che hanno acquistato il biglietto.

“Apprezziamo davvero tutti coloro che si sono uniti a Ultimo dal Colosseo stasera.

Il nostro impegno è di creare una piattaforma che possa supportare gli artisti a connettersi con i loro fan. L’evento di questa sera ha visto un numero di fan che purtroppo non è stato in grado di partecipare a causa dall’elevato traffico di utenti all’inizio del concerto. Ci scusiamo enormemente per l’inconveniente e per non essere stati in grado di soddisfare le aspettative dell’altissimo numero di utenti a causa di un problema tecnico da parte del nostro partner che processa i pagamenti.

Per scusarci, tutti i fan che hanno acquistato un biglietto hanno da ora la possibilitá di guardare l’evento per le prossime 48 ore, effettuando il login con le credenziali utilizzate per creare il loro account su LIVENow e cliccando sull’evento in catch-up.

Gli utenti in possesso di un codice che non hanno riscattato il loro codice di accesso, ora possono creare l’account su LIVENow, cliccare sull’evento, ed acquistarlo tramite codice.

Siamo profondamente dispiaciuti e adotteremo ogni opportuno provvedimento per quanto accaduto”.

Articolo Precedente
Lil Mosey, fonte: Instagram

Mandato d'arresto per il rapper Lil Mosey, accusato di stupro

Articolo Successivo
TY1, fonte: ufficio stampa

Da TY1 a Vasco Brondi, le migliori uscite nazionali


Articoli correlati
Total
2
Share