I The Tender arrivano live in Italia - Intervista | Billboard Italia
Collegati con noi

EVENTI

I The Tender arrivano live in Italia – Intervista

Il duo londinese dei The Tender si esibirà a Milano sabato 28 aprile al Serraglio. Il loro album di debutto “Modern Addiction” è uscito nel 2017

The Tender
The Tender

Nascono come duo nel 2015. James Cullen e Dan Cobb – in arte i The Tender – hanno pubblicato il loro album di debutto Modern Addiction alla fine dello scorso anno. Per il duo il successo è arrivato dopo la pubblicazione di Armour, brano che in poche ore ha contato migliaia di ascolti su Soundcloud.

I The Tender si esibiranno il prossimo 28 aprile al Serraglio di Milano: questo sarà il primo concerto in Italia del duo. Li abbiamo incontrati per comprendere le loro emozioni a pochi giorni dal debutto nel nostro Paese.



Come siete diventati i “The Tender”? Come e quando avete deciso di iniziare a fare musica insieme?

Ci conosciamo fin dai tempi delle scuole. Abbiamo un paio di anni di differenza ma abbiamo iniziato a vederci e a scrivere musica insieme. Il tutto ha preso il via con una band indie (chiamata New Desert Blues) che abbiamo creato qualche anno fa. Abbiamo scritto tanto e poi abbiamo invitato quattro amici a farci compagnia nella band. In questo modo il nostro controllo creativo della band si è presto smorzato ed era diventato un po’ più complicato fare musica nel modo con il quale inizialmente usavamo fare. Abbiamo deciso di provare con un po’ di musica elettronica e abbiamo scritto un po’ di roba. Eravamo solo noi due ed è stato facile perché abitavamo insieme (così come oggi). È stata la prima volta che abbiamo creato un pezzo di musica elettronica e da lì in poi abbiamo continuato.

Avete raggiunto il successo con Armour. Dopo che l’avete lanciata su Soundcloud è subito arrivata a migliaia di riproduzioni. Come è stato?

Beh, è stato surreale anche perché abbiamo scritto il pezzo una mattina, lo abbiamo pubblicato verso ora di pranzo e il giorno dopo era già in prima su Reddit. Da lì abbiamo deciso di pubblicare il nostro primo EP e abbiamo scritto il resto delle canzoni le due/tre settimane successive a casa, nella camera da letto di James, dove avevamo un piccolo studio. Da allora ci siamo divertiti tantissimo e abbiamo pubblicato pezzi nuovi appena possibile. È tutto molto libero.

Nel vostro album di debutto Modern Addiction parlate delle relazioni dal punto di vista del benessere ma anche della dipendenza. Perché questa scelta?

Volevamo portare i temi dell’album alle basi della musica. La musica è qualcosa di primitivo che tocca gli uomini in modalità che ricordano i comportamenti istintivi. Volevamo unire questa cosa con i sentimenti collegati al ballare, gioire, amare e con le dipendenze che agiscono in un modo simile. Tutte queste cose giocano con le endorfine all’interno del tuo cervello e volevamo che la musica fosse uno stimolo per questo.



Come descrivereste il vostro genere? Quali sono le vostre influenze musicali?

Non riusciamo a descriverlo in un’unica frase. Forse “indie-electro” o “dark pop” sono le descrizioni più semplici. Noi volevamo unire la struttura dell’elettronica con i suoni più organici di batteria e basso , ma mantenendo un groove malinconico. Noi abbiamo tantissime influenze, ma proviamo a non avvicinarci troppo a nessuna di esse, in modo da creare qualcosa di veramente inedito. Ascoltamo molto Tame Impala, The National, The War on Drugs, Air, Bonobo, Jungle, Bon Iver, Charles Bradley, Blur e i The Beatles.

Vi esibirete il 28 aprile al Serraglio di Milano (qui le informazioni per l’acquisto dei biglietti). Come vi sentite? È il primo incontro dei The Tender con il pubblico italiano?

Siamo davvero felici di suonare in Italia. È un paese che adoriamo e che abbiamo visitato un paio di volte in vacanza, ma nessuno di noi è mai stato a Milano. Abbiamo entrambi amici italiani qui a Londra, quindi per noi sarà davvero bello suonare nella loro terra. Inoltre, riceviamo spesso messaggi davvero carini da fan italiani, quindi, davvero, non vediamo l’ora di suonare al Serraglio.

Yann Tiersen - 2 - foto di Christopher Fernandez Yann Tiersen - 2 - foto di Christopher Fernandez

Yann Tiersen, ovvero l’arte di sopravvivere a se stessi

EVENTI

Yann Tiersen: le date italiane sono tutte sold-out Yann Tiersen: le date italiane sono tutte sold-out

Yann Tiersen: le date italiane sono tutte sold-out

EVENTI

Julia Michaels arriva live in Italia. Qui live al Late Late Show con Niall Horan Julia Michaels arriva live in Italia. Qui live al Late Late Show con Niall Horan

Julia Michaels arriva live in Italia: scopri i dettagli

EVENTI

Perché Emma ci ricorda cosa significa essere artisti oggi Perché Emma ci ricorda cosa significa essere artisti oggi

Perché Emma ci ricorda cosa significa essere artisti oggi

EVENTI

Copyright © 2019 Billboard Italia

Connect
Newsletter Signup