L’imperfezione vincente di Tananai, sold out al Fabrique di Milano

Dall’audio non sempre perfetto agli ospiti, fino a qualche piccolo spoiler, il nostro racconto del concerto del cantante milanese
Tananai
Tananai, foto di Roberto Graziano Moro

L’audio non proprio ottimo, l’arrivo di Rosa Chemical prima e Fedez poi, una lontra di peluche e un reggiseno lanciati sul palco, il pubblico che impazzisce su Sesso occasionale e BABY GODDAMN, i DJ set in alcuni momenti della serata, con qualche spoiler sui nuovi brani che, chissà, potrebbero uscire a breve. Il concerto di Tananai di ieri sera, lunedì 16 maggio, al Fabrique di Milano, è sold out, e nella sua imperfezione sembra essere davvero un successo.


«Sono contento di tutto quello che è successo. Inizialmente ero saltato fuori un po’ come personaggio, più che come cantante» ci racconta Tananai durante l’incontro pre live con la stampa. «Magari stasera va tutto di merda, ma durante l’altra data (al Teatro della Concordia di Venaria Reale, ndr.) ho ricevuto un calore pazzesco, che non mi aspettavo. La gente cantava anche le mie canzoni più vecchie».


Oltre Sesso occasionale e BABY GODDAMN c’è di più

Ed è così anche al Fabrique. Le ragazze accanto a me, con un’età indefinita compresa tra i 15 e i 20 anni, conoscono davvero tutte le canzoni. Tananai non ha sicuramente un repertorio infinito, ma sono diversi i brani “meno” noti, rispetto a Sesso occasionale e BABY GODDAMN (entranbe disco di platino), che meritano un’occasione.

Tra tutti Maleducazione, con cui Tananai apre il concerto, e Giugno, dal suo primo EP Piccoli Boati, che raccontano perfettamente, a mio avviso, le sue diverse anime.

C’è il ragazzo scanzonato e genuino, ma anche quello più introspettivo, con quelle frasi perfette da post su Instagram (non è sempre un male) che conquistano subito il cuore delle ragazze, ma anche dei ragazzi.

«Mi sono reso conto di aver fatto uno switch finito Sanremo. Ero nel van e stavo andando a fare un’intervista, mi sentivo bene. Mi hanno detto che andavano spinte le date e ho pensato “ma chi mi caga?”. E invece sono andate sold out e abbiamo dovuto spostare i concerti in delle venue più grosse». Nella parole del cantante c’è ancora incredulità e stupore. La benzina buona che permette a Tananai di portare sul palco uno show non sempre perfetto, ma caloroso e coinvolgente per il pubblico.

Tananai, gli amici sul palco e gli spoiler

Durante la serata, come già accennato, non manca qualche spoiler. Il primo è Pasta, brano che non ha ancora una data d’uscita. E poi l’annuncio di una nuova collaborazione con Fedez, dopo l’arrivo a sorpresa del rapper per Le madri degli altri. Menzione speciale per Rosa Chemical, con cui Tananai ripropone A far l’amore comincia tu, cover di Raffaella Carrà presentata a Sanremo 2022. L’audio non sempre perfetto non mi fa godere a pieno questa eclettica e irriverente versione del duo, ma il bacio tra i due alla fine (forse) un po’ ripaga.

Tananai si lascia andare anche a momenti di musica elettronica. È proprio vero quindi che il primo amore non si scorda mai.

«Quando ho scoperto che andavamo in venue così grosse ho pensato: “Ma quando c***o mi ricapita di fare questa cosa”. Al di là di quello che esce come singoli, io faccio sempre musica pensando agli altri, ma per me. Quando sono a casa mi metto a produrre musica elettronica».

E io ad un lungo DJ set di Tananai ci andrei volentieri. Perché al di là dei brani proposti durante la serata, sono i momenti in cui lui si mette alla consolle, con un fungo gigante che viene gonfiato e sgonfiato all’evenienza, che rendono il concerto una chicca.

Soprattutto, il cantante è libero, con quella sigaretta in bocca e l’aria di chi non si rende davvero conto che le persone davanti a lui sono migliaia, e non decine.

«Sto facendo esperienze che mi stanno facendo recuperare tutto quel tempo che in due anni di pausa e tristezza pensavo di aver buttato via» racconta Tananai. La strada è ancora lunga, ma alcuni momenti del concerto di ieri sera mostrano come potrebbe, anche in futuro, mantenere alta l’attenzione del pubblico. Ovviamente senza perdere leggerezza e spontaneità, elementi vincenti del suo show.

Tananai annuncia il tour 2023: le date

5 maggio – Napoli, Casa della Musica

6 maggio – Roma, Atlantico Live

10 maggio – Firenze, TuscanyHall

13 maggio – Padova, Gran Teatro Geox

18 maggio – Milano, Fabrique


Articolo Precedente
Donna Summer, Live & More

Donna Summer: 10 anni senza di lei, ma rimane ancora la regina della disco (e non solo)

Articolo Successivo
Eugenio Rodondi - Tatuaggio - Uragano - anteprima

Guarda in anteprima il video di "Tatuaggio" e "Uragano" di Eugenio Rodondi

Articoli correlati

Total
10
Share