Sanremo 2019: il racconto della prima serata | Billboard Italia
Collegati con noi

EVENTI

Sanremo 2019: il racconto della prima serata

È tempo di Sanremo 2019. La prima serata ha visto esibirsi tutti i cantanti in gara. E anche gli ospiti musicali Andrea e Matteo Bocelli e Giorgia

Sanremo 2019
Sanremo 2019

È ufficialmente iniziato il Festival della Canzone italiana. Dopo settimane di attesa, sono state finalmente presentate al grande pubblico le ventiquattro canzoni degli artisti in gara. L’apertura del Festival è affidata a Via con una coreografia, con i tre conduttori sul palco. Claudio Baglioni, Virginia Raffaele e Claudio Bisio hanno salutato il pubblico e hanno dato il via a questa 69esima edizione.

Il ritmo della prima puntata di Sanremo 2019 è serrato: si esibiscono tutti i cantanti in gara. Domani e giovedì sera, tutti gli artisti saranno poi suddivisi nelle due serate, dodici per puntata. Venerdì puntata dei duetti e sabato gran finale con la proclamazione del vincitore.

Aprono la gara Francesco Renga con Aspetto Che Torni, Nino d’Angelo e Livio Cori con Un’Altra Luce e Nek con Mi Farò Trovare Pronto. Subito dopo i The Zen Circus con la loro L’Amore È Una Dittatura: sul palco insieme a loro sbandieratori che hanno dato colore alle parole del brano. La serata prosegue, veloce, con Il Volo (Musica Che Resta): il primo grande applauso dell’Ariston è per loro. L’esibizione di Loredana Bertè è invece stata particolarmente apprezzata dal pubblico dei social, anche grazie alla grinta dell’artista sul palco. Il suo stile eccentrico e provocante è una certezza.

Dopo questo primo blocco di esibizioni degli artisti in gara è arrivato il momento dei primi ospiti della serata. Andrea Bocelli ha cantato Il Mare Calmo Della Sera con il “dirottatore artistico” Claudio Baglioni e, subito dopo, si è unito a suo figlio Matteo per un’emozionante versione di Fall On Me, brano contenuto nel suo ultimo disco di inediti . La voce del giovane Matteo è una garanzia: il marchio-Bocelli è inconfondibile.

Riparte – per poco – la gara con Argentovivo di Daniele Silvestri (insieme a Rancore). A fine esibizione, la sala stampa esplode in un grande applauso. A questo punto Claudio Bisio ha presentato un suo monologo che ha ironizzato sulla figura di Baglioni come «sovversivo». Il momento – che si è schierato contro le polemiche che hanno preceduto il Festival – si è concluso con Io Sono Qui di Baglioni, chitarra e voce.

Un momento particolarmente dedicato ai giovani con Federica Carta e Shade, in perfetta forma, con la loro Senza Farlo Apposta e con Ultimo. L’artista romano ha interpretato la sua I Tuoi Particolari alla grande e si candida al podio.

Una parentesi comica con Pierfrancesco Favino e poi torna la musica con Paola Turci. La sua L’Ultimo Ostacolo ha colpito il pubblico, così come il suo stile elegantissimo. È poi il tempo di Motta con Dov’è L’Italia (particolarmente apprezzato dalla Sala Stampa) e dei ritmo dei Boomdabash con Per un Milione.

Un piccolo contrattempo per Briga e Patty Pravo che, pronti a esibirsi al centro del palco, hanno dovuto fare i conti con qualche secondo di troppo di silenzio a causa di alcuni problemi tecnici. Gelo subito risolto grazie alla simpatia della Pravo. Subito dopo, Abbi Cura di Me di Simone Cristicchi. Il testo e la melodia sono stati apprezzati in Sala Stampa.

A questo punto della serata, Claudio Baglioni ha voluto ricordare Fabrizio Frizzi che oggi avrebbe compiuto 61 anni. Applausi al Teatro Ariston di Sanremo: tutti in piedi di fronte al ricordo di un personaggio televisivo amatissimo da tutti.

È il momento dell’attesissima Giorgia. L’ospite ha prima presentato un medley di tre brani contenuti nel suo ultimo disco di cover, Pop-HeartLe Tasche Piene di Sassi, Una Storia Importante, I Will Always Love You. Ma è solo dopo questo medley che Giorgia commuove nel profondo il pubblico, la sua versione di Come Saprei con Claudio Baglioni è emozionante.

Achille Lauro fa ballare tutti con la sua “rivoluzione rock” Rolls Royce e Arisa porta la sua ritrovata gioia sul palco dell’Ariston con Mi Sento Bene. Precisa e dritta come un treno. Ritmo rock per i Negrita con I Ragazzi Stanno Bene e, dopo un momento che ha lasciato qualche perplessità con Santamaria, arriva Ghemon con la sua elegante Rose Viola.

Einar canta – visibilmente emozionato – le sue Parole Nuove, gli Ex-Otago portano Solo Una Canzone e terminano la loro performance con un abbraccio a una ragazza in platea. Anna Tatangelo elegante con Le Nostre Anime di Notte, Irama molto più a fuoco rispetto alle prove con la sua La Ragazza Con il Cuore di Latta.

Gli ultimi due artisti a esibirsi sono Enrico Nigiotti e Mahmood. Il primo ha dà prova della sua capacità di interpretare al meglio un brano intimo come il suo Nonno Hollywood. Il secondo – con Soldi – porta il suo mondo musicale sull’Ariston e con il suo battito di mani è già un tormentone.

Mahmood: tutte le date del suo tour "Europa Good Vibes" Mahmood: tutte le date del suo tour "Europa Good Vibes"

Mahmood: tutte le date del suo tour “Europa Good Vibes”

EVENTI

Amadeus condurrà Sanremo 2020: la nostra intervista Amadeus condurrà Sanremo 2020: la nostra intervista

Amadeus condurrà Sanremo 2020: la nostra intervista

NEWS

Jack White - Montreux Jazz Festival Jack White - Montreux Jazz Festival

Sanremo diventi come il Montreux Jazz Festival

EVENTI

Ecco la nuova versione di "Per Un Milione" dei Boomdabash Ecco la nuova versione di "Per Un Milione" dei Boomdabash

Ecco la nuova versione di “Per un Milione” dei Boomdabash

POP

Copyright © 2019 Billboard Italia

Connect
Newsletter Signup