A Bologna la mostra sul “lato oscuro” dei Pink Floyd

Un’affascinante mostra fotografica dedicata ai Pink Floyd. Appuntamento a ONO Arte a Bologna dal 26 settembre al 30 novembre
A Bologna la mostra sul lato oscuro dei Pink Floyd
Jill Furmanovsky

Nel pieno della beatlesmania, dei capelli a caschetto e di quella che potrebbe essere definita la proto boy band per eccellenza, nasceva uno dei gruppi simbolo del rock britannico: i Pink Floyd.

Per celebrare la carriera della band, ONO arte presenta la mostra “Pink Floyd: il lato oscuro”. L’esposizione ripercorre la storia del gruppo attraverso le immagini dei fotografi Storm Thorgserson, Jill Furmanovsky, Colin Prime e Baron Wolman.

La band, fondata nel 1965, è guidata fino al 1968 dalla follia creativa di Syd Barrett, frontman del gruppo, che conquista la critica e gli addetti ai lavori che iniziano ad interessarsi al loro progetto.

I protagonisti della storia dei Pink Floyd non sono solo i membri del gruppo, ma anche i fotografi che hanno lavorato con loro.

È il caso di Storm Thorgerson che ha contribuito a creare l’identità visiva della band. Il fotografo è il co-fondatore di Hypgnosis, lo studio che ha realizzato le copertine più memorabili della band. La mostra raccoglie una selezione dei suoi lavori, a testimoniare la decennale collaborazione tra il fotografo e i Pink Floyd.

Gli scatti di Jill Furmanovsky e Colin Prime mostrano il gruppo all’apice del loro successo. Invece, Baron Wolman ha immortalato i Pink Floyd, con ancora Syd Barrett, a San Francisco nel 1967, durante il loro primo tour americano.

La mostra – che sarà visitabile da domani, 26 settembre, fino al 30 novembre 2019 – è composta da 40 scatti realizzati dai quattro fotografi.

Articolo Precedente
BTS: arriva il nuovo film concerto Bring The Soul: The Movie. I BTS hanno appoggiato la campagna UNICEF

Ai BTS è stata negata l'esenzione dal servizio militare in Corea del Sud

Articolo Successivo

Chi è davvero Lizzo?


Articoli correlati
Macché flop. Il popolo di Ligabue è più forte che mai
Leggi di più

Macché flop. Il popolo di Ligabue è più forte che mai

Macché flop: il popolo di Ligabue è più forte che mai. Dopo le polemiche che hanno accompagnato l'inizio dello "Start Tour" di Ligabue, Milano ha celebrato il rocker a ventidue anni esatti dalla sua prima volta a San Siro. Oltre 56mila presenze hanno cantato per oltre due ore le hit del Liga. Dimostrando che quello che cambia davvero le regole del gioco è la completa corrispondenza di cuore tra chi è sul palco e chi, invece, decide di assistere allo spettacolo. Tutto il resto è (davvero!) secondario.
Total
11
Share