Che Torino abbia storicamente un legame con Detroit lo si sa da tempo: oltre all’industria automobilistica e alla passione per la techno, l’essere città “nordiche” che si reinventano, si trasformano. In quest’ultimo aspetto forse Torino è più avanti della Motor City, grazie a un’interessante e creativa trasformazione degli ex spazi industriali del secolo scorso. Ma veniamo alla musica: Movement sfodera sin dalla sua prima edizione – era il 2006 – una line up brillantissima e degna dei grandi eventi internazionali.

Movement Torino

A Lingotto Fiere il 12 e 13 ottobre arriveranno esibizioni interessanti come quella attesissima del pianista Francesco Tristano, con un live set tutto da scoprire, o come quella dell’oramai consolidato Jon Hopkins (passato di recente a Milano).

Imperdibile come sempre il set chilometrico e adrenalinico di Derrick May, l’arrivo del mitico collettivo Underground Resistance con il progetto Depth Charge (Mark Flash e Mike Banks), non mancano stelle amate come Nina Kraviz e Charlotte de Witte e il live del quasi locale Cosmo.

Tutta la line up sul sito ufficiale di Movement.