Tanta voglia di new wave al Medimex di Taranto

L’evento porterà a Taranto diversi appuntamenti, tra workshop, showcase e mostre da non perdere, come quella con gli scatti del fotografo Kevin Cummins
Medimex Taranto
Foto di Roberto Pastore

Per i millennials (ma non solo) sarà una sorpresa apprendere che la Puglia e in particolare Bari e Taranto sono state scenari importanti per l’accoglienza al sud del fenomeno new wave. E in un’edizione del Medimex comunque ricchissima nonostante le difficoltà oggettive  – come ci ha ricordato Luciano Rutigliano – spicca davvero all’occhio questa particolare attenzione a quel periodo storico, i primissimi anni ’80, quando il post punk e i nuovi eroi della new wave arrivarono anche nella nostra nazione.

Al Medimex omaggio alla new wave con Pictures of you e l’opera 3D WAVES

Basta guardare cosa accadrà durante il Medimex, per esempio nel Castello Aragonese di Taranto. Da oggi al 3 ottobre sarà possibile visitare la mostra originale Pictures of you. Questa raccoglie le foto di Marcello Nitti, Franz Baroni, Arturo Rossi e Roberto Pastore scattate proprio ad alcuni dei protagonisti della scena new wave. Oltre 60 scatti presenti al Medimex, effettuati sui palchi, backstage e nel privato.

La mostra è una sintetica testimonianza del vastissimo archivio fotografico di immagini, che gli autori hanno colto in oltre quaranta anni di passione per la musica. Soprattutto, con i reportage di gruppi oggi dimenticati. Gli scatti sono relativi all’indimenticabile concerto a Taranto dei Bauhaus, con immagini del tutto inedite. Ma anche Simple Minds, New Order, Siouxsie & The Banshees, Style Council, Sound sempre al Tursport Club. Oltre a Nina Hagen sempre nel capoluogo ionico all’ex Circolo ILVA e i Christian Death a Statte in provincia di Taranto.

Da Pictures of you all’opera trimensionale di Hermes Mangialardo

Fra i concerti baresi da segnalare lo storico happening dei Cure con il supporto di Marc Almond e Gli Shellyan Orphan del 2 giugno 1989 allo Stadio della Vittoria. Julian Cope e la cantante britannica Carmel alla discoteca Snoopy di Bitritto, Ultravox, Everything But The Girl e Tuxedomoon alla discoteca storica Camelot di Mungivacca, Virgin Prunes al Casablanca di Bari. E ancora: gli statunitensi Residents al teatro Fantarca, David Byrne in due differenti set baresi, Lou Reed al Palatour Perla di Bitritto. Infine Jimmy Sommerville dei Communards a Triggiano, Peter Murphy e Robert Fripp all’Auditorium Nino Rota, Caetano Veloso fra i vicoli di Bari Vecchia. Una serie di scatti privati suggestivi di David Sylvian agli scavi di Egnazia e sul palco del “Nino Rota” e ritratti inediti di Blaine Reininger e Steven Brown fondatori dei Tuxedomoon fra Savelletri e Taranto.

E gli storici concerti che in quegli anni si svolsero a Taranto sono al centro del Medimex anche con 3D WAVES. Questa è un’opera tridimensionale di Hermes Mangialardo – video mapping a cura di Valentina Iacovelli produzione di CONTEMPO, produzioni per l’Arte e la Cultura Contemporanea, in programma fino al 18 settembre dalle ore 20.00 sulla facciata del Castello Aragonese di Taranto. L’opera video 3D è il primo video mapping dedicato all’epoca d’oro del pop/rock che ha amalgamano i suoni oscuri e decadenti del Gothic per arrivare ai colori sgargianti della New wave.

Le foto della Manchester anni ’80 e ’90 di Kevin Cummins

Assolutamente da ricordare al Medimex 2021 la mostra Kevin Cummins: Joy Division and Beyond. L’esposizione si terrà al Museo MarTA, Museo Archeologico Nazionale di Taranto, dal 16 al 23 gennaio 2022. Oltre 50 fotografie ai sali d’argento per ripercorre la straordinaria avventura dei Joy Division. Ma anche la storia musicale e culturale della città di Manchester con scatti che ritraggono New Order, Smiths, Stone Roses, Happy Mondays fino ad arrivare agli Oasis.

Inoltre, anche le immagini di paesaggi urbani per raccontare quella che è la storia della rinascita, partita dal basso, di una interna comunità. A guidarci attraverso questa storia sono appunto le potenti immagini di Kevin Cummins, capo-fotografo di New Musical Express per oltre un decennio. I suoi scatti profondamente iconici fanno ormai parte del nostro immaginario collettivo. Come, ad esempio, la famosa immagine di Ian Curtis con l’impermeabile e la sigaretta in bocca. Oppure alla silhouette di Morrissey sotto l’Iron Bridge di Manchester. Cummins non è stato, però, un semplice testimone di questa storia. Infatti l’ha vissuta da protagonista e ha contribuito a scriverla.

Era vicino a tutti gli artisti immortalati nei suoi scatti, ed è per questa ragione che ci appaiono così veri e intimi. Ha vissuto, mangiato e suonato con loro e, tuttora, è considerato una delle icone a tener vivo il mito di Manchester. Presto intervisteremo Kevin Cummins.

Ian Curtis
Ian Curtis, foto di Kevin Cummins

Gli altri appuntamenti del Medimex, anche in streaming

Il Medimex 2021, International Festival & Music Conference promosso da Puglia Sounds – il programma della Regione Puglia per lo sviluppo del sistema musicale regionale attuato dal Teatro Pubblico Pugliese – non finisce qui. Medimex infatti continua con un fitto programma di showcase, incontri d’autore, mostre, attività professionali, scuole di musica, film e presentazioni. Un’edizione ibrida, con appuntamenti in presenza e in streaming. Ovviamente non potranno mancare numerosi ospiti: Laurie Anderson, Ligabue, Negramaro, Joe Talbot (Idles), Malika Ayane, Alan Mc Gee, Brian Message. E ancora: Mahmood, Coma_Cose, Willie Peyote, Gaia, Gemello, Aiello, Motta, Speranza.

Informazioni sugli ingressi delle mostre del Medimex sono disponibili sul sito web medimex.it. È possibile prenotarsi e registrarsi qui.

Articolo Precedente
Tommaso Paradiso. Foto da Instagram

Ascolta "Magari no", il nuovo singolo di Tommaso Paradiso

Articolo Successivo
Britney Spears/Alberto E. Rodriguez/Getty Images

Britney Spears si cancella da Instagram per prendersi una pausa dai social


Articoli correlati
Total
0
Share