Dopo 31 anni l’Italia vince l’Eurovision con i Måneskin!

I Måneskin riportano l’Italia di nuovo alla vittoria del Festival con 524 punti e si portano a casa anche il premio per il miglior testo
Måneskin
Måneskin, foto di EBU / Thomas Hanses

I Måneskin vincono la 65esima edizione dell’Eurovision Song Contest. La band romana riporta così sul tetto d’Europa il nostro Paese, classificandosi prima con 524 punti totali.

Prima di questa sera il nostro Paese aveva vinto solo due volte l’Eurovision Song Contest, la prima nel 1964 con Gigliola Cinquetti, a Copenaghen, e la seconda nel 1990 con Toto Cutugno a Zagabria.

Nel corso della serata, dall’Ahoy Arena di Rotterdam, i 26 artisti dei Paesi arrivati in finale si sono esibiti, uno dopo l’altro, in uno show che ha messo in luce tutte le diverse sfaccettature del panorama musicale europeo.

Tra tutte, oltre all’esibizione dei Måneskin, che si sono aggiudicati anche il premio per il miglior testo con la loro Zitti e Buoni, ottime esibizioni anche per Senhit, artista di San Marino in duetto con il rapper americano Flo Rida, con la sua Adrenalina, e degli Hooverphonic, direttamente dal Belgio con la loro The Wrong Place.

Sicuramente fuori dal comune, invece, l’esibizione dei Daði og Gagnamagnið. La performance, però, era una registrazione delle prove. Infatti, la band islandese non si è potuta esibire live a causa di un caso di positività a Covid-19.

Infine, come non citare le esibizioni proposte dai Go_A, esplosiva band ucraina, da Barbara Pravi, artista francese fino all’ultimo secondo tra i favoriti alla vittoria, e da TIX, artista norvegese che ha portato sul palco del festival un brano contro il bullismo.

I Måneskin sono anche gli artisti dell’Eurovision più ascoltati su Spotify

Oltre alla duplice vittoria all’Eurovision Song Contest, i Måneskin hanno ricevuto anche un altro importante riconoscimento. Zitti e Buoni, infatti, è il brano più ascoltato tra quelli dell’Eurovision a livello globale su Spotify.

Menzione d’onore, in questa serata, anche per il ritorno alla musica live in presenza. L’Ahoy Arena di Rotterdam, infatti, è stata riempita da 3.500 spettatori, che hanno potuto partecipare all’evento rispettando rigidissime regole anti contagio.

L’Italia torna sulla vetta d’Europa con i Måneskin, ed è un po’ come tornare ai campionati mondiali di Berlino 2006, come detto ironicamente da Damiano, frontman della band, poco prima della finalissima dell’Eurovision Song Contest.

Articolo Precedente
Franco Battiato, fonte: Instagram

Franco Battiato: un viaggio nei suoi incroci musicali con il catalogo Adelphi

Articolo Successivo
Nick Jonas - Billboard Music Awards - foto di Ruvan Afanador - Nick Jonas fotografato l'11 aprile 2019 ai Fox Studios a Los Angeles

Billboard Music Awards, conduce Nick Jonas: «Non vedo l’ora di guardare i BTS»


Articoli correlati
Total
49
Share