Tutto pronto per la quattordicesima edizione di Locus Festival, che dal 7 luglio fino all’11 agosto porta a Locorotondo il meglio della musica indipendente italiana e internazionale con un’offerta musicale che va dall’elettronica di Cosmo al soul avantgarde di Moses Sumney. Apre le danze R+R=Now, progetto nato dalle menti dei producer Robert Glasper e Terrace Martin: con loro sul palco il trombettista jazz Christian Scott, il bassista Derrick Hodge, il batterista Justin Tyson e il producer, polistrumentista e voice beat boxer Taylor McFerrin, una super-band che esplora le sonorità della black music fra jazz, soul, R&B, hip hop. R+R=Now sta per “Reflect and respond now”, un concetto ispirato dalla leggendaria cantante soul Nina Simone, che in un’intervista disse: “Il dovere di un artista è di rispecchiare i tempi in cui vive”.

R+R=Now

R+R=Now

A Locus Festival 2018 c’è la scena black americana con R+R=Now (in esclusiva italiana) e Moses Sumney, mentre Rodrigo Amarante è californiano di adozione ma è un grande della musica brasiliana, autore del tema musicale della sigla di Narcos. Fra gli inglesi troviamo artisti come James Holden, The Comet is Coming, Floating Points, Kamaal Williams e GoGo Penguin, mentre a rappresentare il nostro paese ci saranno gli ottimi Baustelle, Cosmo, Ghemon e Diodato.

La location dei concerti gratuiti rimane Piazza Moro, ingresso del centro storico di Locorotondo, mentre la Masseria Mavù ospita fra i trulli i concerti con ingresso a pagamento. I biglietti sono in prevendita sul circuito Bookingshow. Gli after party più importanti invece saranno sul mare, con i DJ set LocusBay a ingresso libero di Habibi Funk, Bradley Zero e Dengue Dengue Dengue.

Ma non c’è solo la musica: quest’anno il Locus ha deciso di potenziare i Locus Focus, momenti di approfondimento culturale con scrittori e giornalisti e con interviste pubbliche agli artisti del festival. Nicola Gaeta (scrittore e critico musicale), Enzo Mansueto (poeta, critico letterario e musicale) e Vittorio Bongiorno (scrittore e musicista) guideranno incontri con svariate personalità del mondo della critica musicale e della narrativa applicata alla musica come Simon Reynolds, autore di successi come Post Punk e Retromania; Michael Zadoorian, scrittore di Detroit il cui libro In viaggio contromano ha ispirato il film di Paolo Virzì Ella & John; Geoff Dyer, autore del classico Natura morta con custodia di sax, Luca Conti (direttore di Musica Jazz), Alberto Campo, Seba Pezzani e Fabio Zuffanti. Saranno intervistati in pubblico R+R=Now, Francesco Bianconi dei Baustelle e Moses Sumney.



Il programma completo dei concerti di Locus Festival 2018

Sabato 21 luglio
Ghemon – Locorotondo (BA), Piazza Moro, ingresso libero

Domenica 22 luglio
Kamaal Williams – Locorotondo (BA), Piazza Moro, ingresso libero

Venerdì 27 luglio
Rodrigo Amarante – Locorotondo (BA), piazza Aldo Moro, ingresso libero
Habibi Funk – Lido Lullabay, ingresso libero

Sabato 28 luglio
Baustelle – Locorotondo (BA), Mavù Masseria, ingresso a pagamento

Domenica 29 luglio
GoGo Penguin – Locorotondo (BA), Piazza Moro, ingresso libero

Venerdì 3 agosto
Moses Sumney – Locorotondo (BA), Piazza Moro, ingresso libero
Bradley Zero – Lido Lullabay, ingresso libero

Sabato 4 agosto
Cosmo – Locorotondo (BA), Mavù Masseria, ingresso a pagamento
James Holden & The Animal Spirits – Locorotondo (BA), Mavù Masseria, ingresso a pagamento

Domenica 5 agosto
The Comet Is Coming – Locorotondo (BA), Piazza Moro, ingresso a pagamento

Giovedì 9 Agosto 2018
Ben Harper – Locorotondo (BA), Mavù Masseria, ingresso a pagamento

Venerdì 10 agosto
Dengue Dengue Dengue – Lido Lullabay, ingresso libero

Sabato 11 agosto
Floating Points – Locorotondo (BA), Mavù Masseria, ingresso a pagamento