25 anni di carriera e 9 tour mondiali. I numeri della carriera di Laura Pausini sono davvero importanti. Dalle primissime date live nell’estate del 1993 (anno in cui ha vinto la sezione delle “Novità” di Sanremo con La Solitudine) non si è mai fermata e ha iniziato a esibirsi in giro per il mondo. Il suo primo tour mondiale è stato il suo World Wide Tour del 1997, subito dopo l’uscita del disco Le Cose Che Vivi.

Numerosi palcoscenici e arene. Tour nei palazzetti e negli stadi (con il suo Simili World Tour del 2016 si è aggiudicata il titolo di prima donna a fare un tour negli stadi italiani). E per concludere, è pure la prima donna ad esibirsi al Circo Massimo di Roma, dove ha aperto l’attuale tournée, il Fatti Sentire World Tour.

Ma in tutte queste occasioni, la cantante di Solarolo è pronta per l’ennesima “prima volta”. Il prossimo 31 agosto, infatti, Laura Pausini si esibirà per la prima volta nel celebre Radio City Music Hall di New York. Si tratta di un luogo sacro per la musica mondiale. Nell’importante venue si sono infatti esibiti nomi come Frank Sinatra, Ella Fitzgerald, Ray Charles, BB King, Liza Minnelli, Celine Dion, Roger Waters. Solo per citarne alcuni.



Si tratta di un importante riconoscimento per Laura Pausini che – dopo le due date di anteprima del tour al Circo Massimo – si è esibita in numerose date in centro e sud America. Con la data al Radio City Music Hall, si concluderà il leg americano del suo tour che tornerà in Europa. Si ripartirà infatti con quattro date al Mediolanum Forum di Milano (qui tutti gli appuntamenti live).

Come ha affermato in un post sul suo profilo Instagram, nel suo live a New York la cantante di E.STA.A.TE canterà in cinque lingue: italiano, spagnolo, inglese, portoghese e francese.

Il post di Laura Pausini sul suo live al Radio City Music Hall