Il concerto di Charli XCX al Wiltern di Los Angeles

Charli XCX si è esibita al Wiltern di Los Angeles. Ecco il resoconto del live, in attesa del concerto della cantante a Milano, in programma il 18 novembre
Il concerto di Charli XCX al Wiltern di Los Angeles
Timothy Norris/Getty Images

Charli XCX ha dimostrato senza troppa fatica di essere una vera icona pop martedì 1° ottobre, durante la tappa di Los Angeles del suo tour.

La cantante, che da teenager era un’abituale frequentatrice dei club di East London, ha portato la cultura rave in uno spettacolo pop. Una miscela avvincente di luci, colori e moda “bubblegum” di fine anni ’90. Il tutto, naturalmente, caratterizzato dalla sua voce, dalle mosse di danza e dalla sua capacità unica di far ballare un’intera sala, al punto che  – più che il Wiltern nel centro di Los Angeles  – sembrava il festival Electric Zoo.

A completare il tutto i fan stessi, che per l’occasione hanno indossato giacche con cartoni animati, fermagli per capelli, minigonne, stivali robusti, maglie neon, acconciature spaziali e tonnellate di glitter.

Tantissimi ospiti insieme a lei sul palco

Nel suo set di due ore, Charli ha portato sul palco tutti i successi del suo ultimo album omonimo, Charli, pubblicato il mese scorso. E poiché l’album stesso è pieno di featuring, anche lo spettacolo è stato ricco di ospiti speciali. Per Unlock It e la futuristica Click, la cantante ha fatto salire sul palco l’amica Kim Petras e il duo si è alternato nel cantare i testi in una nuvola di fumo.

È stato poi il turno delle Haim, arrivate sul palco per cantare Warm insieme a Charli. Anche Brooke Candy si è unita all’artista per il brano Shake It. Per Vroom Vroom, dal suo omonimo EP del 2016, con testi che descrivono i suoi amici come personaggi con “look super carini e bizzarri”, la cantante ha incarnato l’energia spettrale di ottobre e delle imminenti vacanze di Halloween mettendo in scena una serie di ballerini vestiti da diavoli, streghe e zombie, per dare vita ad un vero e proprio spettacolo “mostruoso”.

Con un talento come il suo e un set di questo tipo, sarebbe stato facile per la cantante rubare tutta l’attenzione dei fan esclusivamente sullo spettacolo. Ma uno dei temi della serata è stata la gratitudine di Charli per tutti coloro che hanno contribuito a costruire chi è oggi, compresi i suoi cari e i suoi collaboratori musicali.

L’artista ha ringraziato la comunità LGBTQ

Il concerto si è aperto con il suo accento britannico che fluttuava sopra la folla attraverso gli altoparlanti, promettendo (e offrendo) di “far esplodere le menti”. Charli ha anche nominato ciascuno degli artisti che hanno collaborato al suo recente album per ringraziarli.

Tra loro Troye Sivan, CupcakKe, Lizzo, Sky Ferreira e Big Freedia. In seguito ha ringraziato i suoi genitori (presenti tra il pubblico) e, soprattutto, la comunità LGBTQ per essere tra i suoi più forti sostenitori. Il senso di apprezzamento da parte della cantante è stato un punto toccante di un set dalla grande energia.

Charli ha terminato lo spettacolo con un bis di una manciata di successi. Tra questi, i brani ormai iconici del 2012 I Love It, Boys, noto per il suo video musicale, e 1999.

Charli XCX si esibirà al Fabrique di Milano il 18 novembre. A questo link è possibile acquistare i biglietti per la data.

La scaletta del concerto di Charli XCX a Los Angeles

Next Level Charli​

Click

I Don’t Wanna Know

Vroom Vroom​

Gone

Cross You Out

Warm

February 2017

Thoughts

White Mercedes

Official

Shake It

I Got It

Track 10/Blame It on Your Love

Silver Cross

2099

Bis:

Unlock It

I Love It

Boys

1999

Articolo Precedente
Radiohead, Kevin Winter/Getty Images for Coachella

Le cinque cover più belle delle canzoni dei Radiohead

Articolo Successivo
Arriva Rocketman, il biopic su Elton John: guarda il trailer

"Rocketman": la clip in esclusiva dagli extra del biopic di Elton John

Articoli correlati
Nell'estate 2020 Ultimo farà un tour negli stadi. Scopri qui la classifica completa degli album e dei singoli più venduti del primo semestre 2019
Leggi di più

Estate 2020: Ultimo farà un tour negli stadi

A pochi giorni dalla sua data-evento sold-out allo Stadio Olimpico di Roma (4 luglio), Ultimo ha annunciato l'arrivo di una tournée negli stadi italiani per il 2020. Sarà il più giovane artista italiano di sempre a intraprendere un tour di questo tipo
Total
1
Share