Green Day, l’apertura del Firenze Rocks 2022 è da fuochi d’artificio. Il racconto del concerto

Billie Joe Armstrong, Mike Dirnt e Tré Cool hanno aperto le danze dell’edizione 2022 del festival rock fiorentino, tra brani cult e un tributo ai Queen
Green Day Billie Joe Armstrong
Billie Joe Armstrong, foto di Elena Di Vincenzo

Il tributo ai Queen scalda il pubblico fiorentino, accorso numeroso alla prima giornata del Firenze Rocks che ha visto come protagonisti Radio Days, Matteo Crea, Weezer e Green Day. Con Bohemian Rhapsody si apre una serata attesa da oltre due anni, ricompensata da un’esperienza trascinante. Fuori i pensieri e la compressione ovattata degli ultimi tempi, oggi è solo fotografia di potente libertà: un riscatto che sa di vento, estate, musica.


Green Day al Firenze Rocks 2022: «Siamo ancora vivi e finalmente qui!»

“Siamo ancora vivi e finalmente qui!”. A sottolinearlo è Billie Joe Armstrong, divertito e carico come non mai. Tanto quanto gli adolescenti di ieri e di oggi, col cuore che segue il ritmo mentre l’emozione rompe in gola parole gridate di pezzi memorabili come Basket Case, When I Come Around e Longview suonati dal basso di Mike Dirnt e della batteria di Tré Cool.


Quella potenza indelebile, tra presente e passato, dalle note di American Idiot, Dookie, fino a Scattered e Boulevard of broken dreams, apre Firenze Rocks, con i Green Day che portano in Italia il loro ultimo album, Father of All Motherfuckers, “disco di sopravvivenza al caos” che celebra i 50 anni compiuti dai tre membri della band.

Prima di loro i Weezer con Rivers Cuomo e l’esibizione del cantautore toscano Matteo Crea col singolo d’esordio “A casa dei miei” e alcuni inediti. E poi i Radio Days, portabandiera del power-pop in Italia e un sound che mescola melodie cristalline all’influenza del punk rock di fine anni Settanta.

Con Good Riddance (Time of your Life), in acustico, un coro di oltre 60.000 persone e i fuochi d’artificio, i Green Day chiudono questa prima serata del Firenze Rocks 2022.

Rivers Cuomo
Rivers Cuomo, foto di Elena Di Vincenzo

Questa sera sul palco Placebo, Muse, Ramona Flowers e The Mysterines

Questa sera, preceduti dai Placebo, saliranno sul palco i Muse di Matt Bellamy. in attesa dell’uscita del loro prossimo album Will of the People. Prima della band rock-progressive di tutti i tempi, la line-up chiamerà sul palco i Ramona Flowers, e per la prima volta in Italia i The Mysterines, quartetto di Liverpool trainato da Lia Metcalfe in un mix tra grunge, garage e classic rock.

Articolo di Ginevra Barbetti


Articolo Precedente
Lazza

Lazza porta un po' di "tamarraggine" genuina al Carroponte, tra ospiti e momenti indimenticabili. Il racconto del concerto

Articolo Successivo
Jake La Furia - copertina numero giugno - foto di Niccolò Berretta

Jake La Furia, real per sempre: è lui il protagonista del numero di giugno

Articoli correlati

Total
8
Share