Dieci festival europei imperdibili dell’estate 2020

Da Primavera Sound a Glastonbury, dalla Norvegia alla Spagna, ecco la guida di Billboard Italia ai festival da segnarvi sul calendario per l’estate 2020
Stop secondary ticketing: Primavera Sound collabora con Dice
Xavi Torrent/WireImage

Meglio vedere il mare dietro al palco, come al Primavera Sound di Barcellona, o correre nel fango se ha piovuto al Glastonbury? Meglio il Love Box di Londra o passare un’intera settimana sull’isola di Obuda per lo Sziget?

Anche se siamo solo al 2 gennaio e probabilmente sarete stanchi dopo i festeggiamenti di Capodanno, noi di Billboard Italia abbiamo scelto per voi i 10 festival europei da segnarvi assolutamente sul calendario. Perché non è mai troppo presto per comprarsi un volo a prezzo scontato.

Primavera Sound (Barcellona)

Probabilmente questo festival non ha bisogno di troppe presentazioni. Giunto alla sua ventesima edizione, quest’anno si terrà dal 3 al 7 giugno 2020, sempre al Parc del Fòrum di Barcellona.

Se nel 2019 ha introdotto una novità importante, scegliendo di avere sul palco artiste donne per il 50% della line up, nel 2020 Primavera Sound non combatte solo le discriminazioni di genere, ma anche il secondary ticketing. Infatti, il festival ha avviato una collaborazione con la piattaforma DICE per vendere in esclusiva i biglietti per i suoi festival.

Tra i nomi della lineup dell’edizione 2020 troviamo: Pavement, Chromatics, Jenny Hval e Bikini Kill.



Paraiso (Madrid)

Rimaniamo in Spagna, ma ci spostiamo nella Capitale per parlare di musica elettronica. Giunto alla sua terza edizione, Paraiso Festival 2020 si svolgerà il 12 e il 13 giugno in una location piuttosto insolita: il campo di rugby della cittadella universitaria dell’UCM Campus di Madrid.

Conosciuto per il suo eclettismo e la provenienza degli artisti da diversi luoghi geografici, il festival vedrà sul palco, tra gli altri: Jon Hopkins, Mafalda, Falamour e i nostrani Nu Guinea.


View this post on Instagram

MAÑANA #Paraiso20

A post shared by Paraíso (@festival.paraiso) on


Sziget (Budapest)

Forse non tutti sapranno che la parola ungherese sziget, da cui deriva il nome del festival, significa isola. Quindi, non è per uno strano caso che l’evento si svolge sulla Obudai-sziget (isola di Obuda) in mezzo al Danubio. Nato 26 anni fa come rassegna per i gruppi locali, oggi è uno dei festival più importanti al mondo. Ma non solo. Infatti, durando ben una settimana, è anche uno dei più lunghi.

La lineup dell’edizione 2020 dello Sziget, che si terrà dal 5 all’11 agosto, non è ancora stata rivelata, ma i biglietti sono già disponibili sul sito del festival.



Roskilde (Roskilde)

Nato nel 1971, Roskilde Festival è il più “antico”, grande ed importante festival musicale dell’Europa continentale, secondo per dimensioni nel mondo solo al Glastonbury Festival.

L’edizione 2020, che si terrà dal 27 giugno al 4 luglio, vedrà salire sul palco alcuni tra i nomi più importanti del panorama musicale mondiale, come: Thom Yorke, Taylor Swift, Tayler, the Creator e Cage the Elefant.

Se in quei giorni doveste essere occupati, non temete: gli organizzatori del festival hanno già annunciato le date dell’edizione 2021 che si terrà dal 26 giugno al 3 luglio.



Glastonbury (Pilton)

Glastonbury quest’anno festeggia un anniversari0 davvero importante. Il festival inglese, infatti, compie proprio nel 2020 ben 50 anni.

Per l’occasione sono già stati annunciati due headliner di tutto rispetto: Paul McCartney e Taylor Swift. I due artisti si esibiranno sul Pyramid Stage rispettivamente negli slot di punta di sabato e domenica sera.

Siamo sicuri che il festival, che si terrà dal 24 al 28 giugno, ci riserverà tantissime altre sorprese (pare che il prossimo headliner potrebbe essere Kendrick Lamar…).



Reading – Leeds Festival (Reading / Leeds)

Noti anche come Carling Weekend, dal nome dello sponsor, si svolgono durante lo stesso periodo, dal 28 al 30 agosto, e condividono (quasi) tutti gli ospiti. Una curiosità sul Reading? È il festival più longevo al mondo ed è nato dal Nation Jazz Festival, ideato da Harold Pendleton (fondatore del Marquee Club di Londra).

Se l’anno scorso abbiamo visto salire sul Main Stage come headliner Foo Fighters, Post Malone, Twenty One Pilots e The 1975, per il momento è stato annunciato solo il primo headliner dell’edizione 2020: Our Kid, Liam Gallagher.


https://www.instagram.com/officialrandl/


Sónar (Barcellona)

Torniamo in Spagna per parlare di Sónar, il festival di musica elettronica che animerà per tre giorni tutta Barcellona.

Quest’anno il festival, giunto alla sua 26esima edizione, si svolgerà dal 18 al 20 giugno e porterà sui suoi palchi alcuni degli artisti più influenti della scena musicale mondiale. Tra questi ci saranno: Bad Bunny, Disclosure, Floating Points e Stormzy.



Love Box (Londra)

Love Box Festival, dall’edizione del 2018, si è trasferito a Gunnersbury Park. L’evento, attivo dal 2020, è stato fondato dal duo dance Groove Armada. Da serata in discoteca nel 2002, Love Box è diventato un appuntamento imperdibile per tutti gli amanti della musica.

Il cambio di location non è l’unica novità del festival. Da quest’anno, infatti, si estenderà a tre giornate, dal 12 al 14 giugno. Dopo le performance nel 2019, come headliner, di Solange e Chance the Rapper, nel 2020 l’evento ospiterà le performance di: Tyler, the Creator, Anderson .Paak, Charli XCX e FKA Twigs.



Flow (Helsinki)

L’estate sarà quasi agli sgoccioli quando il Flow Festival aprirà le porte per la sua 16esima edizione. Il festival, quest’anno, si terrà infatti dal 14 al 16 agosto e invaderà con la sua musica la capitale finlandese.

Durante Flow viene presentata una variegata selezione di artisti, dall’indie al rock, dal soul al jazz, sia della scena finlandese che internazionale. Ma non si parla solo di musica. La manifestazione infatti porta in città anche arti visive, proiezioni di film, conferenze, design e street food.

Flow ha già annunciato il suo primo artista della lineup di quest’anno: Bon Iver.



Articolo Precedente
Le 10 canzoni più belle del 2019: le scelte di Billboard USA

Le 10 canzoni più belle del 2019: le scelte di Billboard USA

Articolo Successivo
Le cinque canzoni del decennio. La scelta di Joan As Police Woman

Le cinque canzoni del decennio. La scelta di Joan As Police Woman


Articoli correlati
Total
1
Share