Arriva EMC: ecco com’è l’industria della musica elettronica nell’Asia Pacifica

Incontri, conferenze e dibattiti. Ma anche serate live da sogno. Tutto questo è EMC, punto di riferimento del dialogo sull’industria musicale in Asia
EMC: l'evento principale che parla dell'industria musicale elettronica nell'Asia Pacifica

EMC è uno degli eventi principali se si parla di musica elettronica, soprattutto nella zona Pacifica dell’Asia. Si tratta infatti della destinazione annuale più attesa da professionisti del settore, influencer ed esperti creativi nel mondo della musica in Australia (e non solo).

Per l’edizione di quest’anno è previsto un programma di conferenze della durata di due giorni a Sydney. Incontri sul business della musica elettronica e sulla cultura. Workshop. Masterclass. Sessioni di confronto ed eventi di networking. Ma non è tutto.

Infatti, oltre agli incontri e ai panel, EMC comprende anche una parte live. Il programma di EMCPLAY consiste in cinque serate di musica elettronica da sogno, a partire dal 12 novembre 2018.

Tutte le informazioni sull’evento sono sul sito ufficiale.

Alcuni speaker di EMC 2018

BLOND:ISH (Canada)

Chad Cohen, United Talent Agency (USA)

Charlotte Lucy Cijffers, DJ Mag (UK)

Denise Melanson, Paradigm Agency (USA)

FlexMami (AUS)

Gilles Peterson (UK)

Greg Wilson (UK)

Ian Bron, Paradigm Agency (USA)

John Watson, ELEVEN: a music company (AUS)

Kyle Bell, Rhythm & Vines (NZ)

Leanne de Souza, Association of Artist Managers (AUS)

Lorna Clarkson, 2SER (AUS)

Mike Warner, Chartmetric (USA)

Robb Harker, Supermodified Agency (ASIA)

SASHA (USA)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo Precedente
Lorde live nel 2018

Live Nation Italia annuncia l'acquisizione dell'agenzia Comcerto

Articolo Successivo
Cosa accadrà in Europa dopo la riforma sul copyright?

Internet e copyright: approvata da Strasburgo la direttiva europea

Articoli correlati
Sónar 2019, il festival della nuova generazione
Leggi di più

Sónar 2019, il festival della nuova generazione

L’edizione 2019 del Sónar ha contato oltre 105.000 presenze da più di 120 paesi. Le parole chiave? Globale, interculturale, inclusivo, radicale e sostenitore della diversity. Un Festival da ricordare per l’avanguardia musicale e tecnologica che ha voluto soprattutto sostenere la figura femminile e i suoni provenienti dai luoghi ai margini del nostro pianeta. Il risultato è stato un weekend di scoperta e di positività per la creatività dell’entertainment del futuro
Total
3
Share