Cosmo, a ottobre il primo live senza distanziamento

Si chiamerà “La prima festa dell’amore” e sarà un grande evento dal sapore di normalità. Tutti in piedi, ma muniti di Green Pass o tampone per ballare sulle note di Cosmo
Cosmo
Cosmo. Foto di Chiara Lombardi

Avete letto bene: a ottobre, Cosmo inaugurerà con il suo concerto La prima festa dell’amore il primo live italiano con posti in piedi e senza distanziamento. Il tutto accadrà nella storica venue dell’Arena Parco Nord di Bologna il prossimo 1 e 2 ottobre 2021, per ricominciare a vivere la musica proprio come andrebbe vissuta. Sarà anche l’occasione, per COSMO, di presentare per la prima volta live il suo ultimo album La terza estate dell’amore, dedicato alle tematiche di rinascita del corpo, condivisione e liberazione.

L’accesso all’evento è, naturalmente, subordinato al possesso del Green Pass per i vaccinati, oppure al risultato di un tampone rapido negativo effettuato nelle 48 ore precedenti il concerto. I posti saranno in piedi, per vivere finalmente l’esperienza di un live dopo ben 18 mesi di stop, così come eravamo abituati prima dell’inizio della pandemia.

L’iniziativa prende vita in seguito alle decine di esperimenti che, negli scorsi mesi, sono andati a buon fine in Europa e nel mondo, ancora non testati però nel nostro paese. La location prescelta ospiterà un grande tendone circense che rende omaggio ai migliori festival internazionali, con aperture ai lati per permettere all’aria di circolare.

Cosmo, il primo vero live dopo lo stop ai concerti

«Parliamo tanto di ripartenza e ritorno alla normalità, ma noi siamo convinti che per il nostro settore la normalità tornerà quando potremo ricominciare a vivere la musica dal vivo nel modo in cui andrebbe sempre vissuta», spiegano Emiliano Colasanti e DNA concerti.

«Non tutti i concerti sono fatti per essere fruiti da seduti, non tutti i generi musicali si possono esprimere in quella modalità e per tanti artisti che hanno ricominciato ce ne sono tanti altri ancora fermi. Abbiamo deciso di provarci e con noi ha deciso COSMO, artista da sempre sensibile alle tematiche dell’aggregazione sociale e che si muove a cavallo tra due mondi: quello della musica dal vivo e quello del clubbing, uno degli ambiti più danneggiati dalla pandemia e strumentalizzati dalla politica», concludono.

Proprio COSMO aggiunge al riguardo: «Per la prima festa dell’amore abbiamo scelto Bologna che è da sempre un avamposto delle avanguardie culturali e underground, essendo anche raggiungibile facilmente da tutta Italia è davvero la location perfetta. Annunciare il primo live in cui sarà permesso, anzi doveroso ballare, è un segnale importante per tutti e sinceramente non vediamo l’ora di cominciare. Sarà una festa, promesso».

E se non posso più partecipare al concerto?

L’organizzazione e l’artista hanno precisato, nel presentare il concerto, che se la situazione epidemiologica ospedaliera dovesse risultare incompatibile con lo svolgimento del concerto nelle date prestabilite, gli eventi saranno riprogrammati. Per chi lo vorrà, invece, il biglietto sarà totalmente rimborsato. Lo stesso rimborso spetterà a coloro che dovessero trovarsi in una situazione di positività a ridosso dell’evento.

In questo modo, sia COSMO che l’organizzazione hanno voluto dare un’immagine positiva, per ripensare i concerti come un luogo sicuro e non pericoloso. Accanto al palco, infatti, ci saranno anche dei punti di sensibilizzazione e stand dedicati al tema della riduzione del danno per gli utilizzatori di sostanze.

Articolo Precedente
I Negramaro e la Nazionale Italiana. Fonte: ufficio stampa

Festa Azzurra, i Negramaro cantano con la Nazionale italiana

Articolo Successivo
Liam Gallagher Oasis

Oasis, a settembre arriva il film per i 25 anni di Knebworth

Articoli correlati
Total
2
Share