Torna Barezzi Festival, nel ricordo di Battiato, con grandi ospiti

L’evento torna dopo lo stop a causa della pandemia, in presenza e con tantissimi guest come Carmen Consoli, Iosonouncane e Fontaines D.C.
Fontaines D.C. Barezzi Festival
Fontaines D.C., tra i protagonisti del Barezzi Festival 2021. Foto ufficio stampa

Dal 4 al 6 novembre 2021 torna a Parma Barezzi Festival, che dedica la sua quindicesima edizione a Franco Battiato. Il cantautore è stato ospite d’eccezione della prima edizione del festival, nonché riferimento artistico di quelle successive e delle tante edizioni a venire.

Due luoghi magnifici di Parma, com’è tradizione del Barezzi Festival (finalmente in presenza) come il Teatro Regio di Parma e l’Auditorium del Carmine e un’edizione speciale, dedicata a un artista che già ci manca tantissimo, capace di attraversare Mondi Lontanissimi e renderli vicini, farli convivere. Proprio così, dal titolo di un album importante di Franco Battiato, prende nome questa bella quindicesima edizione del festival.

Le parole dell’organizzatore

«Nel 2008 eravamo alle origini del Barezzi, che si svolgeva in un caffè di Parma sotto forma di concorso» ha raccontato Giovanni Sparano, direttore artistico del Festival. «Ci mettemmo in testa di affiancare alla gara un festival trasversale e colto, proiettato nel futuro ma con radici profonde nel mondo classico», prosegue ancora. «Allora, con l’aiuto del maestro e amico Alessandro Nidi, pensammo di contattare Battiato. Lui ci rispose subito e ci invitò nella sua bellissima dimora a Milo. Quelle ore passate con lui sulle pendici dell’Etna non potremo mai dimenticarle: ci accolse con un’ospitalità d’altri tempi e si sensibilizzò da subito alla causa del Barezzi, venendo poi gratuitamente alla manifestazione qualche mese più tardi, il 6 settembre 2008 a Busseto».

Sparano ha poi aggiunto che, grazie a questo gesto, Barezzi ha ottenuto da subito «l’appoggio di istituzioni e sponsor che ancora oggi lo sostengono. Battiato per noi è stato l’inizio e sarà per sempre il nostro faro stilistico per eccellenza, ci ha inculcato il coraggio di osare nelle scelte unendo Mondi Lontanissimi, vicini per bellezza e stile. Questa edizione, la quindicesima, è interamente dedicata a lui, e penso che sia tra le più ispirate e sentite».

Barezzi Festival, gli ospiti del Teatro Regio

Si comincia giovedì 4 novembre con Carmen Consoli (già protagonista del nuovo numero di Billboard Italia). Questa sarà una delle primissime occasioni per saggiare dal vivo le canzoni del suo atteso nuovo album Volevo fare la Rockstar.

Venerdì 5 novembre tocca alla versione in trio – come si è visto in tour quest’estate – di Iosonouncane, consacrato dal suo ultimo disco IRA come uno dei più coraggiosi e innovativi artisti della scena indipendente nazionale e reduce da un tour che ha attraversato tutta Italia a colpi di sold out.

Gran finale sabato 6 con la band post-punk irlandese Fontaines D.C. Il gruppo presenta per la prima volta nel nostro Paese il notevole secondo album in studio A Hero’s Death. Siamo curiosi di vederli in una cornice come questa. Pare, però, che un po’ per il set di allestimento scarno e un po’ per l’attitudine teatrale del cantante Grian Chatten, il contesto scenografico dovrebbe calzare a pennello per questi nostalgici irlandesi del rock viscerale e romantico. Nel Gran Caffè del Teatro, poi, si svolgerà l’after party. Qui ci sarà il DJ set di Karmadrome indie nite con il nostro direttore Tommaso Toma al mixer assieme a Carlo Villa.

Gli omaggi al Maestro

Al loro fianco durante Barezzi Festival, tanti artisti dal percorso musicale riconosciuto e stimato renderanno omaggio a Franco Battiato, riproponendone interi album o alcune canzoni nella cornice del Barezzi Snug – i concerti alle 13.00 al Gran Caffè del Teatro. Venerdì 5 William Manera reinterpreterà L’era del cinghiale bianco (1979) e il giorno seguente Pino Marino rifarà Patriots (1980).

Al Barezzi Off  – i live nel pomeriggio al Ridotto del Teatro Regio di Parma – Guido Maria Grillo giovedì 4 riproporrà Il Vuoto (2007), venerdì tocca a Nicolò Carnesi con Caffè de la Paix (1993) mentre Alessio Bondì sabato 6 novembre con La Sicilia di Battiato darà voce e anima ad alcune canzoni in siciliano del Maestro. A seguire lo storico tastierista del Maestro Filippo Destrieri lo omaggerà nello spettacolo Il Padrone della Voce.

Gli appuntamenti del Barezzi Festival all’auditorium del Carmine

All’Auditorium del Carmine, a breve distanza dal Teatro Regio, giovedì 4 novembre alle ore 19.00 i Radiodervish saranno protagonisti de In Prima Luce – Tributo a Franco Battiato. Venerdì, invece, Alessandro Nidi con il suo Ensemble proporranno al Barezzi Festival Genesi di Genesi. Un festival dunque attento alle molteplici sfaccettature dell’espressione musicale.

Barezzi Festival è realizzato grazie al contributo di Regione Emilia-Romagna e Comune di Parma, con il sostegno dell’Associazione “Parma, io ci sto!” e Fondazione Cariparma.

Articolo Precedente
Squid Game, un frame del primo episodio della serie

Squid Game, la colonna sonora da record è virale (e terrificante)

Articolo Successivo
Harry Styles, Kevin Mazur/Getty Images for The Recording Academy

Fan della Marvel, non leggete oltre: c'è uno spoiler su Harry Styles

Articoli correlati
Total
21
Share