Ariana Grande ha reso omaggio alle vittime di Manchester

A un anno dal tragico attentato di Manchester, Ariana Grande ha voluto ricordare le vittime della strage: «Vi amo con tutta me stessa e vi mando tutta la luce e il calore che ho da offrire in questa giornata»
Ariana Grande: è uscito il suo nuovo album Sweetener
Ariana Grande

Un anno fa, ventidue persone sono state uccise al concerto di Ariana Grande alla Manchester Arena.

La cantante ha reso omaggio alle vittime dell’attentato dello scorso anno al suo concerto alla Manchester Arena con un tweet. «Sto pensando a tutti voi oggi e ogni giorno. Vi amo con tutta me stessa e vi mando tutta la luce e il calore che ho da offrire in questa giornata», ha scritto poco dopo la mezzanotte.



Un anno fa l’attentatore suicida Salman Abedi ha fatto esplodere una bomba fuori del concerto di Grande nell’Arena mentre migliaia di fan uscivano, uccidendo 22 persone e ferendone oltre 500. Ariana Grande è tornata a Manchester due settimane dopo per esibirsi in un concerto di raccolta fondi insieme ad altre celebrità.

Ariana Grande (24 anni) si è esibita con il singolo No Tears Left to Cry ai premi Billboard Music Awards lo scorso 20 maggio e si sta preparando per l’uscita del suo attesissimo quarto album, Sweetener, atteso per il 20 luglio. Parlando alla rivista TIME questa settimana la cantante ha discusso dell’impatto dell’attacco di Manchester e di come ha affrontato le conseguenze. «Quando ti viene consegnata una sfida, invece di sederti lì e lamentarti, perché non provare a fare qualcosa di bello?», ha detto.



L’album e il suo singolo No Tears Left to Cry rappresentano la resilienza dopo l’attacco di Manchester. Sebbene preferisca non discutere nel dettaglio dell’attentato «per evitare di dargli così tanto potere», ha detto alla rivista che ha cercato di fare pace con la tragedia. Giorno dopo giorno: «Per ora sono felice, sto ancora piangendo, ma sono felice».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo Precedente
Ermal Meta ha lanciato una data al Forum di Assago il 20 aprile

«Non abbiamo armi per difenderci dalle emozioni»: intervista a Ermal Meta

Articolo Successivo

Annalisa: «'Bye Bye', il saluto alle mie insicurezze»

Articoli correlati
Total
0
Share