Il primogenito di Bob Marley, Ziggy Marley, sta lavorando con Paramount Pictures in modo da sviluppare un biopic su suo padre, considerato come l’artista che ha portato il suono del reggae in tutto il mondo.

Secondo Deadline, il film ripercorrerà la vita dell’icona della musica globale. Al momento non è noto chi potrebbe rappresentare il leggendario cantante di Get Up, Stand Up. Non è nota nemmeno un’ipotetica data di uscita del biopic.

Come è noto, Bob Marley è morto all’età di 36 anni a causa di un tumore, dopo essere passato dalle difficili strade di Trenchtown in Giamaica alla popolarità immensa negli anni Settanta grazie alle sue motivanti (e spesso provocatorie) canzoni su amore, oppressione e fede, come One Love, Three Little Birds, No Woman No Cry, Redemption Song e War. 

Marley è morto nel 1981 dopo una lenta e ininterrotta ascesa che è iniziata nel 1963 con la sua band, i The Wailers, e che l’ha portato all’apice a metà degli anni Settanta, quando la sua miscela tra ska, rock e reggae è esplosa nel panorama mondiale con dischi come Catch A Fire (1973), Burnin’ (1973), Rastaman Vibration (1976) e Exodus (1977). Con questi dischi ha venduto più di 75 milioni di copie.

La vita di Marley è stata raccontata in tantissimi modi all’interno di alcuni documentari, compreso quello del 2012 diretto da Kevin Macdonald. Il vincitore di 5 Grammy Ziggy Marley ha recentemente pubblicato il suo settimo album da solista, Rebellion Rises.