Sette musicisti affrontano un’impervia scalata sulle Alpi austriache con i loro strumenti per portare la bellezza della musica in alta quota registrando un intero album nelle diverse tappe sulla montagna. Sembra l’inizio di una storia d’avventura ma è quello che hanno davvero fatto Manu Delago e il suo ensemble nella realizzazione del progetto audio-visivo Parasol Peak.

Manu Delago - Parasol Peak

Manu Delago

Delago suona l’Hang (un tipo di handpan) e da anni fa parte della formazione live di Björk. Parasol Peak contiene otto sue composizioni originali, ciascuna ispirata a una location diversa dalla base alla vetta della montagna, in un suggestivo percorso di ascesa immortalato nel film. Tutto – come conferma Delago a margine della proiezione di Parasol Peak a Milano ieri sera – è stato registrato in presa diretta, senza aggiunte successive. Un fatto sorprendente, visto che la qualità è quella di una registrazione in studio e non ci sono interferenze dovute al vento o altri rumori esterni – eccetto quelli naturali volutamente integrati nelle composizioni. Il fonico – conferma Manu – ha fatto davvero miracoli.

Passando la maggior parte delle giornate in studio, Manu Delago ha deciso di realizzare Parasol Peak nell’intento di trascorrere più tempo all’aria aperta, immergendosi totalmente nella natura e utilizzando solo strumenti acustici. La scelta dell’organico – ottoni, sassofono, violoncello, percussioni – è stata dettata da motivi di ordine non compositivo ma pratico: «Conosco seicento musicisti – ha raccontato Manu – ma quelli erano gli unici abbastanza allenati per fare una scalata con gli strumenti. Così mi sono adattato».

«Conosco le montagne – ha detto il regista e produttore Johannes Aitzetmüller – e sapevo di poter gestire una situazione del genere. Ma spesso era davvero dura: faceva molto freddo e alcuni tratti erano impervi. E poi la neve, i tempi di installazione dell’audio, gli strumenti da accordare, le riprese. L’ingegnere audio, Michael Reisigl, ha installato una rete di registratori, cavi e microfoni dappertutto. A volte potevamo filmare solo fino a due riprese, poi bisognava muoversi o i musicisti avrebbero rischiato di mettere a rischio la propria incolumità».

Parasol Peak può essere noleggiato o acquistato su Vimeo.

Parasol Peak – Trailer



Ascolta Parasol Peak di Manu Delago in streaming

Manu Delago – Bio

Manu Delago è nato a Innsbruck, in Tirolo, e ha preso lezioni di musica da bambino in fisarmonica e pianoforte. Da adolescente ha suonato principalmente la batteria per varie rock band. Nel 2003 ha intrapreso lo studio dello Hang, che gradualmente è diventato uno dei suoi principali strumenti musicali. L’ha scoperto Björk: la popstar islandese lo ha voluto con sé durante il Biophilia Tour. Ora è un musicista fisso nella sue lineup e collabora inoltre con nomi quali Cinematic Orchestra, Anoushka Shankar, London Symphony Orchestra. Ha suonato lo Hang anche nell’ultimo album di Poppy Ackroyd, Resolve. Ha già pubblicato due album dalla forte componente elettronica, Silver Kobalt e Metromonk.