I più bei film musicali da vedere su Netflix

Da “Miss Americana” a “In Wonder”, ecco cinque film sulla musica da vedere in streaming, più un piccolo bonus
film documentari taylor swift
Dimitrios Kambouris/VMN19/Getty Images for MTV

La musica, soprattutto negli ultimi anni, è entrata anche in altri ambiti della nostra vita. In particolare, sono aumentati in maniera esponenziale i biopic e i film dedicati alla storia, privata e artistica, di tantissimi cantanti e gruppi del panorama musicale, sia italiano che internazionale.

Basta pensare all’incredibile successo che hanno avuto Bohemian Rhapsody e Rocketman, usciti rispettivamente nel 2018 e nel 2019. Entrambi hanno (ri)portato all’attenzione del pubblico l’incredibile storia di due grandi artisti come Freddie Mercury e Elton John.

Come se non bastasse, oltre all’enorme successo al botteghino, Bohemian Rhapdsody ha riscosso un grandissimo successo agli Oscar, vincendo ben quattro premi, tra cui quello ottenuto da Rami Malek come miglior attore protagonista.

Questi due sono solo un esempio della grandissima quantità di film musicali prodotti. Tra i tanti, meno recenti, troviamo ad esempio Io non sono qui, il film su Bob Dylan, o Control, lungometraggio che racconta la storia di Ian Curtis dei Joy Division. Ma anche 8 Mile, dove Eminem interpreta se stesso e racconta gli inizi della sua carriera.

Insomma, i film che raccontano le incredibili storie di artisti e gruppi musicali sono tantissimi e tutti da scoprire. Ovviamente, ad interessarsi a questi prodotti non poteva non esserci Netflix, che nel corso degli ultimi anni ha prodotto diversi film musicali da vedere assolutamente.

Noi ve ne proponiamo 6, più un bonus, nella speranza che alimentino la vostra curiosità e vi convincano a continuare la visione, recuperando tutti i film su artisti e gruppi che non avete visto fino ad oggi.

Shawn Mendes, In Wonder

Partiamo da uno degli artisti pop più apprezzati degli ultimi anni. Il docufilm su Shawn Mendes, racconta, tra flash back e aneddoti, il tour mondiale del cantante nel 2019. La bellezza di questo lungometraggio, al di là del piacere della scoperta di alcuni piccoli tasselli che hanno composto il suo ultimo album, Wonder, è la dolcezza e la capacità di raccontarsi della popstar.

Per chi non lo sapesse, infatti, quasi alla fine di questo importantissimo tour, di quasi 100 date, Mendes ha avuto quello che probabilmente è il problema più terribile che potrebbe riscontrare un cantante: ha perso la voce.

Di conseguenza, non solo il docufilm ci racconta chi è Shawn Mendes artista, ma ci racconta anche chi è Shawn Mendes uomo, mostrandoci tutte le sue fragilità, ma anche la grande bellezza della relazione con Camila Cabello e la sua voglia immensa di stare sul palco e condividere la sua musica con i fan.

Miss Americana

Il 2020 è stato decisamente l’anno di Taylor Swift. La cantante ha svestito i panni di “bambolina” del pop per regalarci due album, Folklore e Evermore, più introspettivi e decisamente fuori dalla sua comfort zone.

Miss Americana, documentario che racconta la sua carriera, oltre che la sua vita nel corso degli anni, è uscito a gennaio 2020. A più di un anno di distanza, rimane un film da vedere perché mostra finalmente una Taylor Swift più consapevole e libera di dire quello che le pare quando le pare. Un inno alla libertà formato pellicola di cui avevamo bisogno.

Biggie: I Got a Story to Tell

Probabilmente sulla storia di Notorius B.I.G si è detto, e scritto, tantissimo. Sono diversi, inoltre, i film e documentari usciti su di lui. L’ultimo, in ordine cronologico e uscito di recente su Netflix, è proprio Biggie: I Got a Story to Tell. Un inedito omaggio al celebre rapper, scomparso a soli 25 anni durante una sparatoria. Un film che, attraverso filmati rari e interviste esclusive ai suoi più cari amici e familiari, racconta la storia del rapper, rivelando al mondo anche i lati rimasti sconosciuti, nonostante la sua grande fama.

I fan, e non, sicuramente apprezzeranno questo film per il racconto che viene fatto di Biggie, reso ancora più intenso grazie ai filmati inediti che, tra l’altro, sono ripresi anche da uno dei suoi più cari amici, Damion “D-Roc” Butler.

Homecoming: A film by Beyoncé

Poteva mancare Queen Bey in questa lista? Assolutamente no. Homecoming, uscito nel 2019, racconta in modo intimo e approfondito la performance di Beyoncé durante il Coachella Festival nel 2018.

Acclamato dalla critica e dai fan, in poco più di due ore questo docufilm vi catapulterà sul palco del Coachella, dove la cantante ha deliziato il pubblico con uno show decisamente grintoso e super sexy. Difficilmente riuscirete a staccare gli occhi dallo schermo, ve lo assicuriamo.

Gaga: Five Foot Two

Nella speranza di poterla rivedere presto al cinema in House of Gucci, il nuovo lungometraggio di Ridley Scott, girato anche nel nostro Paese, potete godervi il docufilm del 2017 totalmente incentrato sulla cantante americana.

Il film ripercorre la vita di Lady Gaga durante un interno anno. Infatti, la pellicola mostra diversi momenti importanti per la cantautrice: dalla lavorazione del suo album Joanne all’esibizione al Super Bowl, dalle riprese della sesta stagione di American Horror Story ad alcuni momenti della sua quotidianità. Inoltre, parte del docufilm è dedicata alla fibromialgia, sindrome di cui soffre la cantante.

In un’ora e quaranta Gaga: Five Foot Two ci racconta a 360° il mondo della popstar, fatto di lustrini e fama, ma anche di momenti fisicamente ed emotivamente difficili. Un ottimo modo per approfondire la sua storia, potendo vedere sullo schermo anche la donna dietro l’artista.

Travis Scott: Look Mom I Can Fly

In questa lista non poteva mancare neanche il documentario su Travis Scott. Un artista che ha lasciato il segno nel 2020, soprattutto grazie alla sua apparizione in Fortnite e alla collaborazione inedita con McDonald’s.

Travis Scott: Look Mom I Can Fly, uscito nel 2019 e diretto da White Trash Tyles, è prodotto dallo stesso rapper e racconta la sua carriera, dal lontano 2014 al grande successo ottenuto con il suo terzo album, Astroworld. Tra immagini dalle esibizioni dal vivo, momenti con la sua famiglia e in studio, non mancano ancora ricordi legati alla sua infanzia e momenti condivisi con i fan.

Bonus: Song Exploder

Se siete tra coloro che vogliono conoscere “per filo e per segno” la storia delle canzoni preferite, Song Exploder fa certamente al caso vostro. Nato come podcast e creato da Hrishikesh Hirway, su Netflix è approdato nel 2020, con una serie di episodi nel quale grandi artisti “decostruiscono” le loro canzoni, raccontando il processo creativo alla base dei loro grandi successi.

Su Netflix, al momento, sono presenti le prime due stagioni del format. La prima vede come protagonisti: Alicia Keys, i R.E.M., Ty Dolla $ign e Lil-Manuel Miranda. Nella seconda, invece, troviamo: Dua Lipa, i Killers, i Nine Inch Nails e Natalia Lafourcade.

Gli episodi, della durata di circa 30 minuti, sono perfetti per vedere “al microscopio” i grandi successi della musica mondiale, spaziando tra i diversi periodi e generi.  

Articolo Precedente
nancy sinatra foto ron joy

Perché Nancy Sinatra è davvero un'icona

Articolo Successivo
Mamakass - intervista - 2

Il viaggio dei Mamakass dai Coma Cose a Ghali: «Un incrocio fra emotività e razionalità»


Articoli correlati
Total
25
Share