5 documentari musicali da recuperare questo weekend

Dalla storia della tutela di Britney Spears al biopic su Aretha Franklin: la scelta è ampia. Bisogna solo mettersi comodi e premere play
Fonte: Pexels. Crediti: Cottonbro
Fonte: Pexels. Crediti: Cottonbro

L’autunno è appena arrivato e, con lui, anche la voglia di stare sul divano per tutto il weekend, magari godendosi qualcuno degli ultimi documentari musicali usciti per la TV. C’è chi invece ha voglia di starsene fuori casa e frequentare i cinema, che hanno finalmente riaperto, dove sedersi in poltrona per passare due ore in completa spensieratezza. Qualunque siano le vostre preferenze, e se avete già visto quelli che vi avevamo consigliato qui, abbiamo cinque nuovi titoli di documentari musicali da non perdere.

Intanto, assicuratevi di essere muniti almeno di un abbonamento a una piattaforma di streaming video (per andare al cinema, basta la voglia). La maggior parte delle novità a tema musica, infatti, sta uscendo soprattutto su Netflix. Ma anche Prime Video e Disney+ ultimamente non scherzano affatto quanto alle offerte di documentari musicali da vedere.

Se grandi titoli come Bohemian Rhapsody ed Elton sono già nei vostri cuori, o se preferite i film-concerti, per esempio, ci sono parecchie recenti proposte da non perdere. Come il recap della conservatorship di Britney Spears, ad esempio, o il concerto di Billie Eilish a Los Angeles. Senza spoilerare tutta la lista, iniziamo da quelli che ci hanno colpito e che non sono assolutamente da far mancare nella propria checklist.

5 documentari musicali da non perdere

Britney vs. Spears (Netflix)

La regista Erin Lee Carr insieme alla giornalista Jenny Eliscu avevano deciso di fare questo film su Britney Spears già due anni fa. Il prodotto finito, disponibile dallo scorso 28 settembre su Netflix, è arrivato proprio in un momento in cui l’attenzione mediatica sulla cantante statunitense è altissima. Non solo il film è un’ulteriore aggiunta ai racconti dei documentari Framing Britney Spears e il più recente Controlling Britney Spears, entrambi del New York Times. È anche un docufilm da guardare coscienti che ora, per Britney, l’incubo è finito.

I 13 anni di battaglie legali dell’artista per porre fine alla cosiddetta conservatorship, che ne ha controllato vita privata, finanze, rapporti sociali e decisioni lavorative, sono giunti a una conclusione. Questi sono ampiamente descritti nel documentario, con l’aiuto di testimonianze di amici storici di Britney, come Sam Lutfi e Adnan Ghalib. Con questo spirito si fa un viaggio a ritroso nelle decine di petizioni e documentazioni, cartelle cliniche e lettere private in cui si nascondeva la grande voglia di una ragazza normale, di avere una vita altrettanto normale.

Justin Bieber: Our World (Amazon Prime Video)

Lo abbiamo visto in anteprima e ci sentiamo di consigliarvelo subito. Il nuovo documentario dedicato alla popstar canadese e diretto da Michael D. Ratner (che abbiamo intervistato in merito pochi giorni fa) è disponibile dall’8 ottobre su Amazon Prime Video. Il titolo del documentario riprende, rivisitandolo, il primo progetto discografico di Bieber, My World, pubblicato quando Justin era solo un pre-adolescente.

Oggi che la superstar è ormai una fra le più apprezzate a livello mondiale, il regista con cui lavora già dai tempi di Seasons e Next Chapter (cercateli su YouTube) ha voluto dedicargli un terzo docufilm girato in un’occasione piuttosto particolare. Per circa due ore, infatti, scene riprese direttamente dal telefono di Justin Bieber vengono intervallate dal making of, e dalla relativa performance, di un concerto per lui importante. È il concerto di Capodanno sul tetto del Beverly Hilton Hotel il 31 dicembre 2020, su un palco costruito appositamente per l’evento, che ha segnato il ritorno dell’artista sulle scene dopo un passato di disintossicazione, un matrimonio e una pandemia.

J Balvin, The Boy From Medellín (Amazon Prime Video)

Restiamo sempre su Amazon Prime Video, ma dal pop facciamo uno switch sul genere urban/latin. È giusto infatti porre l’attenzione anche su uno degli artisti del mondo latino più apprezzati del globo. Nato proprio a Medellín, e da qui il titolo del film, J Balvin ci accompagna attraverso i giorni che precedono il concerto più importante della sua carriera. Il live si è tenuto proprio nella città di Medellín, in un momento in cui, però, per le strade esplodono rivolte politiche che costringeranno l’artista a fare i conti con la sua figura nei confronti del proprio Paese.

Il concerto sarà tutt’altro che una passeggiata, perché Balvin dovrà nuovamente sconfiggere i mostri di ansia e depressione con cui combatte da anni. È in questo film diretto da Matthew Heineman che vediamo il lato più umano del vincitore del Latin Grammy, in uno dei momenti cruciali per la sua vita e la sua carriera.

Billie Eilish, Happier Than Ever: lettera d’amore a Los Angeles (Disney+)

Qualunque sia la vostra piattaforma di streaming preferita, insomma, quanto a documentari non resterete a bocca asciutta. Su Disney+ potreste recuperare, ad esempio, il concerto-evento di Billie Eilish, registrato nell’iconico anfiteatro Hollywood Bowl insieme a Gustavo Dudamel e alla Los Angeles Philharmonic. Durante questa esperienza cinematografica, l’artista statunitense ha eseguito tutte le sedici tracce del nuovo album, Happier Than Ever.

Il documentario è uscito lo scorso settembre, mentre il secondo disco dell’artista (di cui vi parliamo qui) è stato pubblicato lo scorso 30 luglio e per la prima volta presentato live proprio nel concerto ripreso da questo documentario. Ci sono state diverse tappe ad accompagnare la release, tra cui anche un corto dedicato al tema del body shaming intitolato Not My Responsibility, in cui pronuncia alcuni messaggi importanti e diretti per sensibilizzare chi guarda su questo argomento.

Respect, il biopic su Aretha Franklin

Poco sopra vi abbiamo preannunciato che avremmo avuto il titolo giusto anche per gli amanti del cinema. Per finire questa breve lista eccovi accontentati, voi amanti dei popcorn e delle poltrone di velluto: il film da guardare questa settimana è sicuramente Respect. Il nuovo biopic dedicato ad Aretha Franklin è nelle sale italiane dal 30 settembre scorso. Protagonista assoluta: Jennifer Hudson, cantante e attrice approvata dalla stessa Aretha Franklin per interpretarla, poco prima della sua morte nell’agosto 2018.

Il destino di questo biopic è particolare: sarebbe infatti dovuto uscire nel gennaio di quest’anno, ma a causa delle difficoltà dell’industria cinematografica nel mondo, si è pensato di aspettare un momento migliore. Diretto da Liesl Tommy e firmato da MGM e Bron, il documentario ripercorre la storia dell’artista da bambina, quando cantava nel coro della chiesa di suo padre, fino all’arrivare alla fama internazionale.

Articolo Precedente
Justin Bieber

Justin Bieber, fuori la nuova edizione di "Justice" con tre nuove tracce

Articolo Successivo
img Efterklang - foto di Dennis Morton

Il ritorno degli Efterklang tra natura e un’inedita sensibilità pop


Articoli correlati
Total
18
Share